Enzo Ferrari

Sono diverse le realtà legate profondamente al nostro territorio, ma che hanno saputo affermarsi anche oltre i confini italiani. Tra questi rientra certamente la Ferrari, fondata da patron Enzo, nato esattamente 120 anni fa.

Enzo Ferrari: i successi come pilota

Sin da giovanissimo Enzo Ferrari manifesta una grande passione per il mondo dei motori e la voglia di diventare pilota. Il suo sogno diventa realtà nel 1919 quando viene ingaggiato dalla CNM, ma già l’anno successivo ha la sua prima grande occasione quando passa all’Alfa Romeo.

In occasione del primo successo – nel Gran Premio del Circuito del Savio del 1923 – riceve dalla madre dell’aviatore Francesco Baracca il simbolo presente sulla carlinga dell’aereo del figlio: un cavallino rampante.

Ulteriori trionfi non tardano ad arrivare: l’apice si realizza nel 192 con la conquista della Coppa Acerbo.

Enzo Ferrari: la nascita della scuderia Ferrari

Il 1929 segna un momento cruciale nella storia di Enzo Ferrari: in quell’anno fonda infatti una scuderia con il suo nome, destinata a scrivere pagine importanti nella storia del motociclismo. Nelle competizioni vengono utilizzate vetture Alfa Romeo. Tra i primi piloti a essere ingaggiati c’è un nome destinato a fare la storia: Tazio Nuvolari.

In breve tempo la Ferrari diventa un vero e proprio esempio da seguire: sono numerosi i piloti messi sotto contratto, ma nessuno di loro riceve uno stipendio fisso, bensì una serie di premi sulla base dei risultati raggiunti. Il lavoro realizzato da Enzo Ferrari viene in breve apprezzato anche all’estero: nessuno è riuscito prima di lui a creare in prima persona una realtà aziendale e sportiva così affermata.

L’ingresso nel mondo delle corse arriva nel 1933. Per vedere una “Rossa” trionfare in gara si deve però attendere il Gran Premio di Gran Bretagna del 1951 dove a piazzarsi davanti a tutti l’argentino Froilan Gonzales. Il team sfiora anche il titolo di campione del mondo.

La Ferrari riesce a laurearsi campione del mondo per la prima volta grazie ad Alberto Ascari. Con Enzo in vita saranno ben sedici i titoli conquistati (otto piloti e otto costruttori).

Enzo Ferrari: dai problemi degli anni ’60 alla rinascita targata Lauda

Gli anni ’60 saranno caratterizzati da problemi finanziari decisamente gravi che metteranno a rischio la stabilità dell’azienda. Le vetture del marchio diventano via via sempre più ricercate, ma diventa sempre più difficile riuscire a fare fronte a tutte le richieste.

A venire in aiuto del patron è la FIAT, guidata da Gianni Agnelli, che acquisisce una parte del pacchetto azionario.

La rinascita sportiva del team di Maranello arriva nel 1975 grazie a Niki Lauda, che conquista per tre volte il titolo di campione del mondo. Enzo scompare il 14 agosto 1988, a 90 anni.

Ilaria Macchi
ilamacchi@gmail.com

One thought on “Enzo Ferrari: 120 anni fa la nascita di un mito”

Comments are closed.