Home / Hockey / Hockey Milano Rossoblu, il presidente Cambiaghi svela il futuro
Fabio Cambiaghi
Fabio Cambiaghi

Hockey Milano Rossoblu, il presidente Cambiaghi svela il futuro

La stagione dell’Hockey Milano Rossoblu si è appena conclusa. La squadra meneghina, eliminata in semifinale dall’Appiano, si è ritrovata al “The Beach” per la tradizionale festa di fine anno. I tifosi hanno potuto incontrare i giocatori, per selfie e autografi. Noi di MilanoSportiva ne abbiamo approfittato per intervistare il presidente Fabio Cambiaghi.

L’intervista a Fabio Cambiaghi

Il numero uno dell’Hockey Milano Rossoblu ha tirato le somme. “Il bilancio è molto buono. Certo, avrei preferito vincere anche lo scudetto o il campionato, a seconda di come lo vogliamo chiamare. Abbiamo comunque conquistato la seconda coppa. Saremmo potuti andare un po’ più avanti, magari in finale. Siamo stati sconfitti da una squadra che avevamo già battuto. L’hockey su ghiaccio però è anche questo”.

Hockey Milano Rossoblu
Hockey Milano Rossobluu

L’Alps Hockey League

La grande novità è che l’Hockey Milano Rossoblu ha fatto richiesta di assegnazione della wild card per la partecipazione all’Alps League. “Benchè sia andato tutto bene e siamo riusciti a mantenere gli stessi spettatori, a Milano le squadre devono vincere per essere seguite. Questa città ha bisogno di un incentivo. Se fai campionati minori perdi un po’ di interesse. Abbiamo interrogato gli sponsor e ricevuto manifestazioni d’interesse. C’era una scadenza da rispettare e ci siamo iscritti, ora però resta da sciogliere questo nodo. Per noi non si tratta di un business, dobbiamo essere certi che ci sia il denaro per coprire le spese. Non faremo il passo più lungo della gamba. Se ci saranno le forze bene, altrimenti niente. Abbiamo ancora una settimana per decidere“.

L’Hockey Milano Rossoblu all’Agorà

Capitolo Agorà. “Noi vogliamo rimanere lì. E’ la nostra casa. Abbiamo un ottimo rapporto col gestore odierno che sta predisponendo una proposta economica. Noi siamo piccoli e pensiamo allo sport, non abbiamo velleità di investire così tanti soldi da poterci permettere una casa tutta nostra, anche se ci piacerebbe. In questo momento partecipiamo con chi sta facendo la proposta, Agorà Srl. Noi portiamo la nostra capacità sportiva di attirare gente, non ci sarà uno scambio di capitali”.

Sognando l’Olimpiade 2026

Chiosa sulle Olimpiadi, che nel 2026 potrebbero tornare in Italia, magari proprio a Milano. “Sarebbe bellissimo, soprattutto per noi appassionati. Torino 2006 generò tanto interesse tra i ragazzini, un po’ come è stato quest’anno per lo sci. Noi vogliamo creare una base di hockeisti milanesi. Vorremmo sempre dare più spazio ai giovani. Un’Olimpiade in casa in questo senso aiuterebbe tantissimo”.

About Andrea Gussoni

Check Also

Davide Rigon

Davide Rigon: “Blancpain GT Series Endurance Cup, pronto per Monza”

La stagione di Davide Rigon è pronta ad entrare nel vivo. Lo shakedown sulla pista …

Honda CB1000R

Honda CB1000R, anteprima alla Milano Design Week 2018

La nuova Honda CB1000R debutta in città al Fuorisalone 2018 di Milano. L'anteprima esclusiva è …

Never Stop Milano, la cultura dell’outdoor a Milano

Siete sportivi ed amanti degli sport outdoor? Volete allenarvi a Milano ma non sapete dove …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi