Italian Mojo

E’ stata una lezione particolare quella di sabato 21 aprile al Corso di Perfezionamento in Management dello Sport, presso l’Università degli Studi di Pavia. Si è tenuta infatti in compagnia di Francesco Facchini, giornalista, ma soprattutto fondatore di Italian Mojo. Si tratta dell’associazione del Mobile Journalism in Italia.

La lezione di Italian Mojo

All’appuntamento presso il Palazzetto dello sport del polo didattico Campus Aquae di Pavia c’erano oltre 50 persone. Assieme agli iscritti del corso di Management dello Sport era presente infatti anche un gruppo di studenti di Scienze Motorie Pavia e Voghera. Grande interesse per il contributo di quattro ore, che ha permesso di conoscere alcuni elementi fondamentali per costruire un’efficace comunicazione tramite dispositivi mobile. Si è parlato di fondamenti, tecniche e alcuni suggerimenti. Il tutto è servito a dimostrare che con qualche accessorio è possibile trasformare un semplice smartphone in uno strumento potentissimo. Organizzare e gestire lo sport significa anche comunicarlo in modo efficace e veloce.

Chi è Francesco Facchini

Francesco Facchini, milanese classe 1971, si è laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla squadra di calcio del Chievo. E’ stato giornalista sportivo per oltre 25 anni per testate nazionali e internazionali. Da circa 10 anni però studia le produzioni multimediali con apparecchi mobili e ha fondato e diretto l’agenzia Alanews di Roma. Dal 2016 è diventato con il suo blog un punto di riferimento italiano per la mobile content creation sul web. E’ anche membro della community internazionale dei mojoer e docente-testimone di mobile journalism ai Master dello Iulm. Infine, è fra gli speaker della seconda conferenza internazionale Video Mobile a Parigi.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it