Home / Ippica / Ippodromo SNAI San Siro, brilla Morning Star
Ippodromo SNAI San Siro
Ippodromo SNAI San Siro

Ippodromo SNAI San Siro, brilla Morning Star

All’Ippodromo SNAI San Siro domenica con un programma di corse misto tra piano-ostacoli. In primo piano il Premio Celeste Citterio, tradizionale condizionata sui 3600 metri del percorso in siepi per cavalli di 5 anni e oltre. Ha fatto il pieno la scuderia Aichner piazzando ai primi tre posti i suoi alfieri. A vincere però non è stato il più atteso Champ de Bataille, vincitore della Gran Corsa Siepi a novembre, bensì Morning Star. Presentato già in buona condizione, fluido nei salti, a suo agio sul terreno e deciso nel percorso d’avanguardia, il cavallo allenato da Josef Vana sr e montato da Jiri Kousek ha dettato il ritmo sin dal via producendosi in una bella progressione con cui ha eluso il tentativo di rimonta del più quotato compagno di training. Anima Mundi, stretto nella morsa degli alleati, è calato nel finale cedendo anche il terzo posto a Noble House.

L’apertura all’Ippodromo SNAI San Siro

Il pomeriggio milanese si era aperto con il Premio Gignese, prova cross country sui 3000 metri riservata agli amatori. L’inglese Kay Lenihan si è presentato bene sulle nostre piste interpretando con bravura Lost Monarch. Il cavallo di Ilaria Saggiomo si è mantenuto sin dal via in terza posizione dietro il battistrada Kitano e Vanessa del Cardo, si e’ affacciato in prima linea nell’ultimo tratto ed è passato all’interno saltando bene l’ultimo ostacolo. Isaias si e’ avvicinato nell’ultimo tratto e ha respinto di misura il bel finale di Vanessa del Cardo, che dopo aver perso qualche battuta sulla diagonale breve e’ tornata forte in dirittura. Quarto Kitano a ridosso, sfortunato Marital scivolato sulla curva finale quando era con i primi.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

About Andrea Gussoni

Check Also

Stoner

Stoner, casco speciale per i 16 anni con Nolan

Nel 2002 Casey Stoner esordiva nel Motomondiale e, nello stesso anno, iniziava con Nolan un’emozionante …

Eravamo quasi in cielo, Gianfelice Facchetti ricorda la favola dimenticata del La Spezia Calcio

Una storia dimenticata, il campionato di calcio 1943-44. Vinto dal La Spezia Calcio, squadra dell’omonima città. …

Ivano Bordon, due mondiali vinti. Unico calciatore vivente a detenere il record

Un nome che rappresenta l’orgoglio dell’Italia calcistica. Ivano Bordon, per dodici anni è stato indimenticato …

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi