Pesante sconfitta interna per le Scarpette Rosse nel 28esimo turno di LBA. Gli uomini di coach Pianigiani, con un secondo tempo di rara insipidità, consegnano la gara nelle mani della VL Pesaro senza dar una parvenza di lotta o di basket giocato. Con questa sconfitta l’ EA7 saluta la testa della classifica scivolando al secondo posto.

Il primo tempo inizia con l’ Olimpia che sembra voler chiudere la pratica VL in fretta; le Scarpette Rosse infatti volano velocemente sul + 6 trascinate dal professor Micov. Pesaro è brava a non scollegare la spina e dopo un primo momento di sbandamento stringe le maglie della difesa e sul finire del 1/ 4 impatta e sorpassa. Milano non ci sta, alza l’ intensità in campo e verso metà 2/ 4 riesce nuovamente a portarsi sui 2 possessi di vantaggio. La VL però non molla, infila due triple con Bertone e si rifà nuovamente sotto. Solo una fiammata a del duo Cinciarini- Pascolo fa si che i padroni di casa riescano ad arriva a fine periodo in vantaggio. Si arriva infatti al suono della sirena dell’ intervallo lungo sul punteggio di 35- 31.

Il secondo tempo inizia con l’ EA7 che resta negli spogliatoi e Pesaro che sgasa e ne approfitta. La VL infila un break di 10- 4 ad inizio ripresa portandosi in vantaggio e costringendo i padroni di casa ad inseguire per tutta la terza frazione di gioco. Si arriva al 30esimo con gli ospiti in vantaggio di 7 lunghezze e l’ Olimpia in piena crisi offensiva e difensiva. Ad inizio 4/ 4 Milano alza la pressione difensiva, costringe i marchigiani ad un paio di banali palle perse e sembra riuscir a rosicchiare qualche punto agli avversari. Arrivati a – 2 i BIanco Rossi si spengono; gli uomini di coach Pianigiani smettono di difendere e di attaccare con un minimo di criterio consegnando nuovamente le chiavi e l’ inerzia del match nelle mani di Pesaro che ringrazia e vola sul + 10. Grazie a qualche giro in lunetta di troppo concesso, l’ Olimpia riesce a limare leggermente il gap arrivando a 43 secondi dal termine sul -4. La VL è brava a mantenere la calma, respinge gli ultimi disperati e confusi assalti milanesi e porta a casa il match. La gara termina con il punteggio di 70- 75.

Mvp del match Bertone. Il play della VL chiude con 23 punti, 1 rimbalzo, 3 di +/- e 19 di valutazione complessiva.

La palma del meno disastroso in casa EA7 se la contendono Vlado Micov e il solito Arturas Gudaitis. Per il serbo 13 punti, 3 rimbalzi, 4 assist e 6 di valutazione complessiva. Per il gigante lituano invece 11 punti, 9 rimbalzi e 20 di valutazione complessiva.

Michele De Luca
michky983@gmail.com
Classe '83, ex giocatore di basket (12 anni di attività), laureato in scienze dell'organizzazione applicata allo sport.