Kiara Fontanesi

E’ stata presentata oggi a Milano, presso la sede di Slash, il Fiat Professional MXGP della Lombardia. L’undicesima tappa del Mondiale Motocross 2018 è in calendario ad Ottobiano (PV) sabato 16 e domenica 17 giugno. Alla conferenza stampa erano presenti Stefano Avandero, l’organizzatore locale con la sua A Sport Group, e Kiara Fontanesi. La cinque volte campionessa del mondo sarà al via tra le donne.

L’intervista a Kiara Fontanesi

Proprio Kiara Fontanesi ha parlato in esclusiva con MilanoSportiva delle sue emozioni in vista del Fiat Professional MXGP della Lombardia. “E’ bello il fatto che ci siano tre gare in Italia ma in totale sono solo sei, il campionato è molto corto come tutti gli anni. E’ vero che ho conquistato il titolo iridato per cinque volte ma mi sono sempre trovata a dover rimontare. Basta un errore per compromettere tutto. In Italia sento metà della pressione rispetto all’estero perchè i tifosi mi supportano. Mi dà tranquillità correre su una pista che conosco bene come quella di Ottobiano”.

Nuove motivazioni

“La mia tranquillità è dovuta anche al fatto che ho vinto il titolo l’anno scorso che era la cosa che volevo di più. Mi ha dato la spensieratezza di poter correre nel migliore dei modi. Avevo pensato di smettere perchè la mia motivazione era tornare a trionfare. Dopo devi essere bravo tu a trovare nuovi stimoli per dare il 100%. Se cali un attimo non sei più al top. La differenza nella mia decisione di continuare l’ha fatta il calendario, la possibilità di correre quest’anno per tre volte in Italia”.

Da tifosa a modello

Kiara Fontanesi è ormai una delle donne simbolo dello sport italiano. “Non sento la responsabilità di essere un modello però so che ci sono tanti ragazzi che mi seguono. Io cerco solo di essere sempre me stessa, penso di essere una ragazza solare. Non sono cambiata negli anni nonostante le vittorie. Mi sento sempre la stessa persona, con i piedi per terra. Io sono nata nel momento top di Valentino Rossi, è stato il mio idolo. Come donne ho sempre pensato a me stessa, senza veri esempi. Ho sempre cercato di essere il meglio per me stessa. Però se c’è una ragazza che apprezzo molto per quello che ha fatto e sta facendo, sia a livello personale che sportivo per come ha recuperato dagli infortuni, è Lindsey Vonn“.

Donne e uomini

A differenza di quanto succede per esempio in MotoGp, nel motocross le donne corrono tra di loro in un campionato a parte. A Kiara questo non sembra pesare, anzi. “Io avevo un sogno, correre una gara di campionato maschile MX2. Ho avuto la possibilità di farlo l’anno scorso. E’ stata un’esperienza bellissima e per il momento mi basta essere riuscita a farlo una volta”.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it