2- 0 per Milano in queste finali. Gli uomini di coach Pianigiani con un 2/ 4 devastante( 30- 18) riescono ad aggiudicarsi anche gara 2. I Buscaglia Boys ci hanno provato in tutti i modi ad impensierire l’ EA7 ma le Scarpette Rosse sono state brave a respingere puntualmente ogni tentativo di rimonta trentino sopperendo con la difesa ai momenti di buio offensivo. Sugli scudi il duo Jerrells- Goudelock e Arturas Gudaitis( letteralmente dominante sotto i tabelloni).

Il primo tempo inizia con la Dolomiti più aggressiva in campo. Grazie ad un Silins on- fire( 8 punti in 5 minuti) gli ospiti sembrano intenzionati a voler scappare via sin dalle prime battute. L’ Olimpia accusa il colpo, sbanda e cade fino sul – 7 prima di reagire, pareggiare l’ intensità in campo e accorciare. Sul finire di 1/4, due giocate devastanti da dietro l’ arco di Goudelock e Jerrells riportano i padroni di casa ad un solo possesso di svantaggio dagli ospiti. A quel punto le due squadre iniziano un lungo elastico, ad ogni realizzazione c’è una risposta immediata avversaria lasciando così le due contendenti in bilico. Questo equilibrio si interrompe a 3 minuti dalla sirena del 20esimo. Milano alza i giri, stringe in difesa oscurando l’ attacco Trentino( Gudaitis muro invalicabile) e con Jerrells e Goudelock scappa sul + 10. Si arriva al suono della sirena dell’ intervallo lungo sul punteggio di 57- 47.

Il secondo tempo inizia com’ era finito il primo, 7- 2 di Milano e Bianco Rossi che sembrano voler chiudere il match abbastanza in fretta. Trento però non muore mai, 5- 0 di controparziale e divario riportato attorno ai 10 punti. Si arriva al 30esimo con l’ EA7 sul + 10 e Trento che in un amen si riporta a – 5 costringendo coach Pianigiani a chiamare time out. Nel momento di maggior difficoltà milanese Gudaitis prende palla con i piedi dietro la linea dei tre punti, parte in palleggio e va per la schiacciata, Hogue lo stende e antisportivo per Milano. L’ Olimpia capitalizza al massimo e va a + 9. L’ Aquila non molla mai, approfitta di un paio di giri offensivi a vuoto e si riporta a – 5. L’ EA7 non si scompone e con un 4- 0 del duo Goudelock- Jerrells si riporta a + 9 a soli 48 secondi dal termine. Trento perde la testa e si arena, l’ Olimpia ne approfitta e chiude con un 2/ 2 di Gudaitis. Il match termina con il punteggio di 90- 80.

MVP del match Arturas Gudaitis. Il gigante lituano ha polverizzato ogni tentativo ospite di rimonta nel momento in cui i Bianco Rossi non riuscivano più a realizzare e ha creato la giocata che ha deciso il match( antisportivo Hogue). Per lui 11 punti( 2/5 da 2 PT- 7/8 TL), 9 rimbalzi( 3 offensivi), 6 falli subiti, 3 stoppate effettuate, + 18 di +/- e 23 di valutazione complessiva.

Mezione d’ onore alla coppia di fatto Goudelock/ Jerrells. I due esterni made in USA collezionano 52 punti in 2( 25 lo 0 e 27 il 55).

Ora la serie si sposta al PalaTrento, tra 48 ore tutti in campo sul parquet trentino per gara 3.

Michele De Luca
michky983@gmail.com
Classe '83, ex giocatore di basket (12 anni di attività), laureato in scienze dell'organizzazione applicata allo sport.