Con una prestazione di carattere e di intensità le Scarpette Rosse si impongono al PalaTrento e si appuntano sul petto lo scudetto numero 28. Sugli scudi in casa Bianco Rossa Kuzminskas, Gudaitis, Tarczewski e Goudelock.

Il primo tempo inizia con molta tensione in campo. Dopo un paio di possessi giocati malamente da ambo le squadre, si accende Drew Goudelock. Milano infila un parziale di 10- 2 e prova a scappare. L’ Aquila non ci sta e grazie a Shields e Sutton ricuce lo strappo e a metà della prima frazione di gioco riesce a mettere avanti il naso. Quando sembra che la Dolomiti abbia il controllo del match, l’ Olimpia si sveglia. Gudaitis fa il vuoto sotto le plance, Abass si francobolla a Sutton, Bertans anulla Shields e Milano scappa riuscendo ad arrivare fin sul + 19. La Dolomiti con una fiammata sul finale di tempo prova a rientrare ma l’ Olimpia è brava a contenere e a chiudere il secondo quarto sul + 15. Si arriva al suono della sirena dell’ intervallo lungo con Bertans che fa 2/ 2 dalla lunetta e stampa il punteggio sul 33- 48.

Il secondo tempo inizia con Trento indemoniata. La Dolomiti prova a buttare il cuore oltre l’ ostacolo ma l’ Olimpia è brava a controllare i tentativi di rimonta dei padroni di casa e a mantenere il vantaggio in doppia cifra. Si arriva al 30esimo con l’ Olimpia sul + 10 e palla in mano. L’ Aquila alza ulteriormente la pressione in campo, Kuzminskas sembra non accorgersene e le Scarpette Rosse restano in controllo. A 7 dal termine Trento perde la testa. Hogue manda in lunetta Gudaitis e si fa fischiare anche un fallo tecnico. l’ Olimpia ottimizza la situazione e vola a + 20. La Dolomiti non ne ha più e Milano conclude il match in controllo. La gara termina con il punteggio di 71- 96.

MVP del match Mindaugas Kuzminskas. Il lituano ha concluso il match con 15 punti, 1 assist, + 12 di +/- e 19 di valutazione complessiva.

MVP dei playoff, a mani basse, Drew Goudelock. L’ esterno USA ha giocato dei playoff di assoluto livello aggiungendo, al suo DEVASTANTE killer instinct offensivo, anche una fase difensiva cattiva e di livello.

Michele De Luca
michky983@gmail.com
Classe '83, ex giocatore di basket (12 anni di attività), laureato in scienze dell'organizzazione applicata allo sport.