Chauncey Billups, foto Getty Images

La National Basketball Association (NBA) ha annunciato che il cinque volte NBA All-Star Chauncey Billups visiterà l’iconica Piazza Duomo in occasione dell’NBA Fan Zone, che si terrà a Milano l’8 e il 9 settembre. L’NBA Fan Zone avrà l’obiettivo di ricreare l’atmosfera unica di un match NBA, facendo respirare ai fan il clima partita con una serie di esperienze interattive e digitali a base di musica, premi e tanto altro.

NBA Fan Zone 2018, arriva Chauncey Billups

Billups è conosciuto principalmente per le stagioni disputate con i Detroit Pistons, in cui ha conquistato il titolo NBA ed il titolo di MVP delle Finals nel 2004. Il cinque volte NBA All-Star ha giocato per 17 anni nella Lega, vincendo un J. Walter Kennedy Citizenship Award, un NBA Sportmanship Award ed un NBA Teammate of the year Award, oltre ad altri numerosi riconoscimenti. Billups sarà presente agli eventi del weekend, partecipando alle attività, firmando autografi e interagendo con i fan.

Milano capitale mondiale della NBA

“L’NBA Fan Zone è un’occasione fantastica per i fan e le famiglie di fermarsi a respirare l’atmosfera unica dell’NBA nella piazza più famosa di Milano”, ha detto Billups. “Sono felice di conoscere i fan italiani e di condividere con loro la passione per questo incredibile sport”.Per partecipare gratuitamente all’evento i fan possono registrarsi su nbafan.zone. Una volta ricevuto il QR code, sarà possibile anche scaricare tutti i contenuti digitali dell’NBA Fan Zone.

Quanto costa e come partecipare

I fan italiani possono trovare più informazioni su nba.com/Italia, il sito ufficiale in Italia, e su Facebook (NBA Italia) e Twitter (@NBAItalia). Inoltre, i fan possono guardare live le partite, gli highlights e contenuti speciali NBA su Sky Italia e trovare il merchandise NBA ufficiale su NBAStore.eu.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.