Alps Hockey League

L’idilliaco castello di Bled ha fatto da giusta cornice alla presentazione ufficiale della terza stagione della Alps Hockey League.

Tra passato e futuro

Nell’ultima stagione la Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 ha spodestato i Rittner Buam al termine di una finale playoff combattutissima e terminata solo a Gara 7 e con i veneti che si sono aggiudicati la seconda edizione della AHL. La conferenza stampa si è aperta con delle parole importanti. “Oggi non facciamo solo un riassunto di quanto successo nell’ultima stagione ma diamo uno sguardo a ciò che accadrà in seguito. Le Federazioni partecipanti hanno concordato un’ulteriore cooperazione nella Alps Hockey League e presto firmeremo un nuovo contratto quadriennale“, ha esordito Matjaž Rakovec, Presidente della federazione slovena di hockey su ghiaccio.

Alps Hockey League in numeri

Il valore mediatico della lega si aggira sui 3,6 milioni di euro e il numero di spettatori è aumentato nella passata stagione. Con quasi 271.000 fan che sono interessati nelle varie aree geografiche, c’è stato un aumento dell’11% dalla stagione del debutto. “Il campionato è stato ancora una volta ben organizzato e si dimostra di alto livello. Dal punto di vista sloveno le nostre due squadre (Lubiana e Jesenice) hanno fatto un buon lavoro: come campionato vogliamo migliorare e migliorare ogni anno, con ancora buone prospettive di sviluppo per i giovani giocatori “, ha spiegato Dejan Kontrec, membro del Board of Governors della AHL.

L’Hockey Milano Rossoblu

Con l’Hockey Milano Rossoblu un nome noto completa la lista di partenza delle squadre per la stagione 2018-19. L’Hockey Milano Rossoblu, che vanta una grande tradizione di hockey (fin dal 1924) ed una storia vincente, è anche il primo team che rappresenta una città con oltre un milione di abitanti. Sabato fanno il loro debutto in AHL con una partita casalinga contro il VEU Feldkirch. “I fan possono prepararsi per grandi momenti di hockey. Nei primi due anni abbiamo costruito molto e ora siamo già ad un livello elevato. Le altre squadre ed i fan non vedono l’ora di giocare contro Milano. Inoltre penso che la corsa ai playoff sarà emozionante fino all’ultimo giornata di gioco”, afferma Peter Schramm, Presidente del Board of Governors della AHL,

Il format

La stagione di Alps Hockey League 2018/19 è divisa in due fasi. Nella regular season le squadre giocano un doppio round robin di 32 partite per ogni club uno contro l’altro. Le otto partite aggiuntive per squadra nel periodo natalizio, giocate a livello locale, completano la stagione regolare. Le novità iniziano con la fine della stagione regolare. Mentre le prime 4 classificate al termine delle 40 partite (32+8) di stagione regolare della AHL saranno già nei quarti di finale playoff, le compagini classificate dal 5° al 12° posto possono ancora combattere per un posto nei quarti di finale introducendo quindi un cambiamento storico per la AHL. Infatti le formazioni dal 5° al 12° posto della stagione regolare della AHL si sfideranno per gli ottavi di finale al meglio delle tre gare. Dopo la disputa degli ottavi si procederà come nell’ultima stagione: quarti di finale al meglio delle sette gare, semifinali al meglio delle cinque gare e finalissima al meglio delle sette gare. Il Campione della AHL sarà incoronato, stagione 2018/19, dopo almeno 397 partite.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it