Coppa Italia A2, la finale è tra Vero Volley Monza e Tonazzo Padova
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E’ Vero Volley Monza la seconda semifinalista della Del Monte Coppa Italia di A2, che domani affronterà al PalaIper di Monza la Tonazzo Padova, vincitrice per 3-0 sulla Globo Banca Popolare Frusinate Sora. Anche la seconda partita della Final Four si risolve in tre set, con Monza tatticamente meglio preparata, che conduce l’incontro dall’inizio alla fine.

vero-volley-pallavolo-coppa-italia-gen2014

Coach Oreste Vacondio (Vero Volley Monza): “C’era la giusta tensione, e lo si era visto già in settimana; i ragazzi hanno vissuto l’impegno con la giusta attenzione e lo abbiamo preparato al meglio. Bene la difesa, eravamo sempre sulle loro direzioni di attacco; forse abbiamo commesso ancora qualche errore di troppo, ma i ragazzi hanno dimostrato ancora una volta di essere una squadra di cuore e di grande volontà. Bravi tutti, anche i ragazzi in panchina, che non hanno mai smesso di fare il tifo“.

Alberto Elia (Vero Volley Monza): “Ottima partita, abbiamo fatto tutto quello che ci eravamo prefissati in settimana; hanno funzionato bene la battuta in salto e la difesa, bravi Pieri e gli schiacciatori di seconda linea, che hanno permesso a Padura Diaz di mettere a terra molti palloni in contrattacco“.

Il tabellino della partita.

Coserplast Openet Matera – Vero Volley Monza 0-3 (19-25, 19-25, 17-25)

Coserplast Openet Matera: Luppi 9, Casulli (L), Joventino Venceslau 7, Krolis 14, Pedron, Lapacciana, Suglia, Giosa 1, Marretta 8. Non entrati Sette, Sette, Granito, Monteleone. All. Mastrangelo

Vero Volley Monza: Elia 6, Bonetti 9, Tiberti 3, Padura Diaz 19, Pieri (L), Vigil Gonzalez, Botto 11, Cozzi 2, Krumins. Non entrati Procopio, Preval, Olivati, Puliti. All. Vacondio.

Arbitri: Zavater, Piluso
Spettatori: 1800
Incasso: 4600
Durata set: 25′, 23′, 24′; tot: 72′

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi