Hockey Milano Rossoblu: contro Asiago ci si gioca i playoff
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Con la disputa della 29esima giornata inizia l’ultimo terzo della stagione regolare che avrà termine il prossimo 4 marzo 2014. In questo terzo girone di andata e ritorno di regular season è prevista la pausa di febbraio tra la 35esima e 36esima giornata (1-13 febbraio 2014). La classifica è ancora molto fluida e quindi è logico aspettarsi un terzo girone d’intensità con le squadre che vorranno cercare i posti migliori per i playoff che avranno inizio l’8 marzo 2014 con la divisione delle otto squadre della Elite A in “parte alta” (1°- 4° e 2°- 3°) e “parte bassa” (5°-8° e 6° – 7°).

Hockey Milano Rossoblu foto©claudio scaccini
Hockey Milano Rossoblu foto©claudio scaccini

All’Agorà confronto fra Milano e Asiago, squadre che hanno ancora molto da giocarsi per motivi diversi e per cercare la posizione migliore in vista dei playoff. L’Asiago è tornato con un onorevole terzo posto dalle Super Final di Continental Cup di Rouen e dovrà rituffarsi nel modo migliore in un campionato in cui ha cercato fino ad ora di gestire al meglio le forze a disposizione senza perdere molti punti dal primo posto generale. I milanesi sono reduci da tre vittorie consecutive che hanno permesso ai rossoblu di attestarsi ora al sesto posto, grazie ad una situazione di roster più tranquilla e gestibile, con un equilibrio ed una forma fisica che sono arrivati forse nel momento più importante della stagione.

Elite A ITAS Cup – Presentazione 29esima Giornata – Giovedì 16 gennaio 2014 Hockey Milano Rossoblu –Supermercati Migross H.C. Asiago; Stadio Agorà – Milano – Ore 20:30; Arbitri: Daniel Gamper e Nadir Ceschini; Giudici di linea: Pier Lorenzo Chiodo e Stefano Marchetti

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi