Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sky torna sul ring per trasmettere in diretta esclusiva e in Alta Definizione la stagione 2013/2014, la quarta, di un evento da non perdere: le “World Series of Boxing”, il Mondiale a squadre istituito nel 2010 dall’AIBA e vinto nella passata edizione dalla formazione kazaka dell’Astana Arlans.

Dopo la vittoria in casa degli USA Knockouts, l’Italia, campione nel 2011/2012, torna a combattere in patria, più precisamente a Porto Torres, in Sardegna, dove affronterà iCondors argentini, già battuti all’andata a Mar del Plata.

Si tratta del primo impegno del girone di ritorno per Dolce & Gabbana Italia Thunder, inserito nel Gruppo A, che vede al comando gli Ukraine Otamans con 12 punti, proprio davanti al team italiano, secondo con 8. Argentini al quarto posto a quota 4.

Foto da dolcegabbana.it

Sul ring allestito nella città sarda saranno impegnate le categorie minimosca, gallo, superleggeri, medi e massimi. Del quintetto guidato da Francesco Damiani, faranno parte anche due pugili italiani, il peso gallo Michele Crudetti e il superleggero Renato De Donato.

Dolce & Gabbana Italia Thunder-Argentina Condors andrà in onda in diretta esclusiva e in Alta Definizione sabato 18 gennaio alle ore 21 su Sky Sport 2 HD. Telecronaca di Mario Giambuzzi, affiancato nel commento tecnico dall’oro olimpico e campione mondiale Patrizio Oliva.

Chi non potrà assistere in diretta alla sfida di Porto Torres avrà la possibilità di seguire domenica 19 gennaio diverse repliche, alle 14 su Sky Sport 3 HD, alle 18.30 e alle 24 su Sky Sport 2 HD

 

“WORLD SERIES OF BOXING”

sabato 18 gennaio 2014 – ore 21 – diretta esclusiva e in Alta Definizione

DOLCE & GABBANA ITALIA THUNDER vs ARGENTINA CONDORS 

SKY SPORT 2 HD (canale 202)

(repliche domenica 19 gennaio ore 14.30 Sky Sport 3 HD; ore 18 e ore 24 Sky Sport 2 HD)

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi