Peugeot e il Volley, Eugenio Franzetti: “208, grandi soddisfazioni”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Riprendiamo l’intervista del collega Pasquale di Santillo, apparsa su Il Corriere dello Sport, ad Eugenio Franzetti, Direttore delle Relazioni Esterne di Peugeot Italia.

1) Come è stato il 2013 della Casa che rappresenta?

Peugeot si ritiene sicuramente soddisfatta, nonostante il difficile quadro generale in cui operiamo e la situazione economica nazionale. A fronte di un mercato auto in contrazione di quasi l’8%, il nostro Marchio ha sostanzialmente tenuto la posizione del 2012 quando deteneva una quota del 4,9%. Un risultato destinato a migliorare sicuramente nel 2014 quando entreranno a regime 2008 e Nuova 308, due modelli che, lanciati nel corso dell’anno, stanno realizzando un numero di contratti addirittura superiore ai nostri obiettivi. Per quanto riguarda il settore dei veicoli commerciali, anche nel 2013 Peugeot è stato il primo Marchio estero del mercato, secondo solo al costruttore nazionale.

2) Quale il modello di punta sul mercato?

Senza dubbio 208, che ha incontrato i favori della clientela italiana grazie al concetto “abitacolo spazioso in dimensioni esterne contenute” e alle tante innovazioni tecnico-funzionali come il volante ridotto, la strumentazione in posizione alta e il grande touchscreen multifunzionale.

3) Quanti e quali saranno i nuovi modelli che lancerete nel 2014 in Italia e nel mondo?

Negli ultimi 18 mesi, Peugeot ha lanciato tre modelli di successo sul mercato italiano: 208, 2008 e 308. Il 2014 sarà ancora all’insegna del dinamismo e di tante novità. Comincerà con i restyling di 3008 e 5008 già a gennaio; sempre in gennaio commercializziamo la RCZ R che, con 270 cavalli, sarà la Peugeot più potente della nostra storia. Prima dell’estate sarà il momento di due grosse novità che anticiperemo al Salone di Ginevra: la NUOVA 308 SW e, subito dopo, la 108, sempre frutto della collaborazione fra Peugeot, Citroën e Toyota.

4) Cosa si aspetta dal 2014 in termini di vendite di marchio, di modelli e come mercato in generale? 

Fare previsioni, in questo momento storico, è davvero difficile per le troppe variabili in gioco. Ad oggi le nostre previsioni lasciano intravedere una lieve crescita rispetto al 2013. Ovviamente, come operatori del comparto, possiamo solo auspicare una ripresa del mercato. Per quanto riguarda i nostri modelli, il 2014 sarà l’anno del consolidamento sul nostro mercato della Nuova 308 e dalla progressione delle vendite della 208 e della 2008, il cui successo ha sorpreso piacevolmente perché il 90% delle richieste della clientela si sono orientate verso gli allestimenti più alti.

Eugenio Franzetti, foto sito Peugeot
Eugenio Franzetti, foto sito Peugeot

5) Si aspetta qualche intervento dal Governo italiano per sostenere un mercato in crisi e se sì quale ritiene siano quelli più appropriati per combattere la contingenza attuale e quella futura?

Personalmente non mi aspetto interventi governativi che possano incidere in modo significativo sull’andamento delle vendite. Ciò su cui il Governo potrebbe e dovrebbe intervenire riguarda la fiscalità e gli eccessivi costi legati al possesso dell’auto che frenano il mercato. Una decisione in questo senso – di cui peraltro si parla da tempo – darebbe una boccata d’ossigeno al comparto automotive.

6) Sicurezza e tecnologia, quali novità porterete nel 2014?

Come già accennato, il nostro 2014 avrà per protagonista la Nuova 308. Su questo modello hanno debuttato sistemi tecnologicamente evoluti destinati ad aumentare la sicurezza.  Come il Regolatore di velocità attivo, cioè che si adatta alla velocità del veicolo che precede, l’Allarme Rischio Collisione (avverte il guidatore di frenare per evitare una collisione), la Frenata Automatica di Emergenza: in caso di collisione imminente, si attiva la frenata automatica per evitare l’impatto o per ridurne le conseguenze.

7) Come sarà il 2014 della mobilità sostenibile? Quali le vostre eventuali strategie a riguardo?

Già oggi Peugeot è leader in termini di contenimento di emissioni, grazie anche alle nostre proposte Hybrid4, con motorizzazione ibrido-diesel. Nel corso del 2014 consolideremo la nostra posizione con l’arrivo dei motori pure tech, 3 cilindri THP dalle potenze elevate e bassi consumi e emissioni, e i nuovi Blue HDI, motori Euro6 che abbattono anche gli ossidi di azoto, oltre al particolato. Con questo tipo di motore, una versione della Nuova 308 presenterà emissioni di soli 82 grammi di CO2 al chilometro, ossia meno della maggior parte degli ibridi attualmente sul mercato.

8) La sua personale top ten delle auto del passato e di quelle attuali

Del passato, in prima posizione la Lancia Delta integrale evoluzione, poi Porsche 911 964 3.6 turbo, Peugeot 205 gti, Renault 5 MaxiTurbo 2, Lancia Delta S4, Alfa Romeo Giulia GT, Alfa Romeo spider (osso di seppia), Mini cooper s (la vecchia ovviamente), Lancia Stratos e BMW M3 2.5 evo. Di oggi, in testa c’è la Peugeot rczR, poi Lotus Elise S, Lotus Exige S, Alfa Romeo 4c, Jaguar Ftype coupe, Mini GP, Audi S3 sportback, Peugeot 208 GTi, Porsche 911 GT3 e Morgan.

9) C’è uno sport al quale le piacerebbe avvicinare il marchio che rappresenta?

Peugeot è da sempre molto presente nel mondo dello sport. In Francia è proprietaria della squadra di calcio del Sochaux e il nostro nome è legato agli Internazionali di tennis del Roland Garros. In Italia sosteniamo la nazionale di Rugby, la Mens Sana basket di Siena e la Unendo Yamamay, squadra femminile di volley. Ma lo sport in cui siamo presenti in maniera diretta e attiva è il motorsport, sia nei rally, dove abbiamo vinto per 7 volte il titolo assoluto costruttori, sia nella pista dove organizziamo un trofeo con la nostra RCZ. Sono specialità in cui l’auto da competizione ha molte caratteristiche in comune con i modelli che il cliente trova poi nelle nostre Concessionarie e sui quali si riversano tutto il dinamismo e l’immagine vincente capitalizzato nel mondo delle competizioni.

10) Se potesse, quale personaggio pubblico affiancherebbe al marchio che rappresenta? E perché?

Anche se non è strettamente collegato con il mondo dell’automobile, sceglierei senza dubbio Stefano Accorsi, attuale testimonial di 208 e di Nuova 308. Le ragioni? Stefano Accorsi è un personaggio che piace al pubblico sia femminile sia maschile. Le donne sono conquistate dalle sue doti recitative, oltre che dal suo indubbio fascino e dal suo carisma, mentre gli uomini ne apprezzano la simpatia e la positività. Insomma, si propone come modello di uomo moderno, che sa apprezzare i valori della vita … com’è il cliente Peugeot.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi