Manuel Todaro nuovo stakanovista del ciclocross
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Manuel Todaro , classe 1996, vive il momento magico della carriera. Lo junior della Selle Italia -Guerciotti -Elite ha vinto le ultime tre gare disputate, ovvero il Campionato italiano di Orvieto del 12 gennaio, il Gran Premio Guerciotti di sabato 19 e la gara di Scorze’ di domenica 20.

Manuel Todaro (foto: ufficio stampa)
Manuel Todaro (foto: ufficio stampa)

 

Sono così saliti a 7 i successi del ragazzo di Castano Primo (Milano ) nell’inverno 2013 – 2014. Manuel e’ in sella da quando aveva 7 anni: debutto’ tra i giovanissimi “G 1” con la maglia della Marcoli Turbigo. Adesso vanta 40 vittorie nel ciclocross compreso il titolo italiano allievi quindicenni del 2011.

Dopo le vittorie nei 2 Campionati italiani di cross – dice Todaro, statura 1, 82; 72 chiliil successo di sabato all’Idroscalo e’ la gioia più grande della mia carriera. A Milano ho pilotato la corsa dall’ inizio alla fine, tuttavia è stata una vittoria sofferta. Pioggia, fango e il cast internazionale di avversari l’hanno resa difficile. E’ un percorso sul quale si deve sempre spingere. A Scorze’ invece ho adottato una tattica più prudente nei primi giri di gara per poi scatenarmi negli ultimi 20 minuti“.

A Milano ha piovuto sempre, nella corsa veneta invece la pioggia e’ caduta abbondantemente prima. “Preferisco comunque correre con la pioggia e il fango. All’ Idroscalo e’ stato magnifico il sostegno del pubblico, numeroso malgrado il tempaccio. Dicono che il pubblico di Milano evidenzia poco calore per i protagonisti. A me è sembrato il contrario: ringrazio tutti gli spettatori per il magnifico incitamento“. Con l’ Idroscalo Manuel aveva un conto in sospeso: proprio nel parco del “mare di Milano” nel gennaio 2010 arrivo’ quarto nel Campionato italiano esordienti di cross. “Da quel giorno ho sempre sognato di trionfare all’Idroscalo e adesso ci sono riuscito“.

Nei prossimi giorni, forse nelle prossime ore, il commissario tecnico Fausto Scotti annuncerà i nominativi di juniores, under 23 e donne convocati in azzurro per la prova di Coppa del Mondo di domenica a Nommay. “Ho il morale alto dopo le tre vittorie consecutive – aggiunge Manuel – e se verrò convocato mi sento in grado di fare bella figura. Vale anche per il Mondiale di cross in programma per gli juniores il primo febbraio“.

Todaro nel Mondiale juniores si è già cimentato l’anno scorso negli Stati Uniti. Benchè febbricitante ha concluso la gara iridata in sedicesima posizione. Manuel è sicuramente uno stakanovista della bici: d’ inverno corre e vince nel cross, in primavera e estate fa bella figura nelle gare su strada. Anche quest’anno da marzo in poi gareggerà su strada; quella dell’ attività “totale” e’ una moda che divampa soprattutto per merito di Mathieu Van Der Poel e della supergirl Marianne Vos.

“Loro- fa notare Manuel, trionfatore in una cinquantina di competizioni su strada – sono fuoriclasse ovunque, io spero di affermarmi in almeno una delle due specialità, o il cross o la strada. Per il momento non trascuro nessuna specialità perché il ciclismo in generale mi piace troppo. Nel cross il mio modello e’ Sven Nys, grandissimo fuoriclasse”.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi