Spring Cup 2014: due giorni di sport e spettacolo sul ghiaccio del PalaSesto
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Dal 1995 la Spring Cup rappresenta la più importante competizione internazionale di Pattinaggio Sincronizzato su ghiaccio in Italia e una delle più apprezzate a livello mondiale. La manifestazione, che si svolge sotto l’egida ufficiale della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio e del CONI, si terrà al PalaSesto di Sesto San Giovanni (MI) sabato 15 e domenica 16 febbraio 2014.

Spring City 2013, foto Ranieri Piazza
Spring City 2013, foto Ranieri Piazza

Evento spettacolare e unico nel suo genere, giunto alla 20° edizione, festeggia quest’anno un nuovo record di iscrizioni con ben 34 team fra i migliori del mondo e provenienti da 12 diverse Nazioni: 6 Italiane, 5 Francesi, 4 Svizzere, 3 Finlandesi, 3 Russe, 3 Americane, 2 Ceche, 2 Tedesche, 2 Svedesi, 2 Ungheresi, 1 Croata, 1 Turca. Quasi 700 atleti che si sfideranno nelle varie categorie sul ghiaccio sestese. Nei due giorni di gara sono attesi circa 4000 spettatori che assisteranno ai programmi delle differenti squadre, tra cui spiccano le svedesi del team “Surprise”, pluricampionesse mondiali, che ogni anno meravigliano lasciando senza fiato per l’abilità e la velocità con cui eseguono le loro esibizioni. Anche tutti gli altri team partecipanti sono però di alto livello e fra le squadre italiane impegnate per tenere in alto il tricolore nazionale non potevano certo mancare le “Hot Shivers”, squadra di casa e pluricampionesse italiane, conosciute anche dal pubblico televisivo per le loro apparizioni nei più importanti Galà sul Ghiaccio trasmessi su reti nazionali e nella nuova edizione dello spettacolo “Opera on Ice” tenutosi all’Arena di Verona.

Biglietti d’ingresso:

Sabato 15 Febbraio: 12,50 euro (intero) – 10,00 euro (ridotto)
Domenica 16 Febbraio: 15,00 euro (intero) – 12,50 euro (ridotto)
Ridotto: bambini da 6 a 12 anni, adulti sopra i 65 anni.
Ingresso gratuito per bambini sotto i 6 anni(*) e disabili accompagnati.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi