Cortina ferma la striscia dell’Hockey Milano Rossoblu
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Cortina – Milano 5-2. Il Cortina, reduce dalla secca sconfitta a Brunico, si presenta in casa per difendere il quinto posto dall’avvicinamento del Hockey Milano Rossoblu che dista sette punti dagli ampezzani. La squadra di casa presenta la stessa identica formazione del turno precedente. Confermate le assenze di Baldo, Vallazza e Talamini. Il Milano ritrova Paul Dainton dopo due gare in cui è stato sostituito da Paolo Della Bella. I rossoblu vogliono continuare il bel momento di crescita visto nel 2014. La gara inizia con 15 minuti di ritardo per permettere un adeguato riscaldamento alla formazione rossoblu che, causa fitta nevicata, è arrivata a Cortina in ritardo.

photo credit: Goldmund100 via photopin cc
photo credit: Goldmund100 via photopin cc

Il Cortina ci mette appena 30 secondi per passare in vantaggio: Dingle e De Bettin entrano facilmente nel terzo. Il disco dall’angolo alla sinistra per Gron che non sbaglia davanti a Dainton. Il Cortina continua con Birzins che scarica al centro e Dingle che per poco non fa il secondo gol. Milano tonico con la terza linea ma a realizzare il raddoppio è Felicetti che riceve dall’angolo e sigla il 2-0 dopo che i rossoblu hanno gestito il primo powerplay della serata senza costruire qualcosa di concreto. Dopo questa rete il Milano chiama time-out. La mossa serve a far riprendere una formazione ospite apparsa un po’ imballata nei primi minuti. Lo stesso Milano si salva con l’intervento provvidenziale di un difensore che sventa un contropiede avversario. Ma in generale la formazione ampezzana appare molto determinata e trova molta facilità a gestire il gioco specialmente con un’ incontenibile prima linea. Il Milano con lo scorrere della partita inizia a costruire qualcosa di più. Re si trova un corridoio libero ma il suo tiro è debole. Ma è il Cortina a fare ancora la partita. Dainton provvidenziale su un’altra incursione e poi è Francesco Adami che di rovescio vanifica un’azione dei bellunesi. Primo tempo con il Cortina avanti di due reti.

Secondo periodo in cui il Cortina comincia a far girare con destrezza il disco con tutte le sue linee. Il Milano risponde con la linea di Caletti che porta spesso pensieri dalle parti di Borrelli. Il sussulto dei milanesi si materializza dopo qualche sofferenza di troppo sulle iniziative di Gron, con Ranallo che pesca benissimo Borghi, bravo a controllare e piazzare il disco sotto la traverso della porta cortinese. Gli ampezzani continuano però a premere portando il disco nel terzo difensivo milanese,  senza però riuscire a concludere con una certa efficacia verso la gabbia di Dainton. Nella panca dei puniti finisce poi Goi concedendo al Cortina l’uomo in più e gli ampezzani capitalizzano con il puntualissimo Gron al termine di un numero di altissima scuola. Milano avrebbe anche una superiorità a sua disposizione ma la manovra è inconcludente per i troppi passaggi, fino a quando le squadre tornano in parità per un successivo fallo di Borghi. Gli ampezzani appaiono sempre in anticipo su ogni disco, mentre il Milano appare contratto ed in chiusura di tempo è costretto a fronteggiare l’ennesima inferiorità della seconda frazione, senza però subire colpi fino al suono che significa seconda pausa.

Il maggior feeling del Cortina con questa partita continua anche nel terzo periodo, anche se i pericoli per Dainton sono pochi e arrivano spesso dalla distanza con dischi senza molte pretese. La partita resta divertente, con Borrelli che si oppone due volte ai tentativi dalla distanza di Lutz, dando così tranquillità ai suoi in un momento di grande pressione milanese. I tentativi del Milano vengono premiati dall’azione di Fontanive che, attraverso Estoclet, fa arrivare il disco a Lo Presti che va a segno per il 2-3. Terzo periodo in cui gli episodi sono decisivi. Milano non riesce a sfruttare a dovere una superiorità e quando sono, invece, gli ampezzani a giocare con l’uomo in più sul ghiaccio riescono ad andare segno su una deviazione provvidenziale di Moser sulla conclusione di Albers dalla distanza. Milano accusa visibilmente il colpo e molla la presa anche se il Cortina dell’ultima frazione di gioco sembra essere assai più abbordabile rispetto alla squadra che aveva dominato i primi due tempi. A nulla serve il tentativo di giocarsi l’ultimo minuto di gioco con i sei uomini di movimento, visto che Gron conquista disco servendo Moser che fa doppietta depositando il disco in rete e chiudendo il match sul punteggio di 4-2 in favore di un Cortina convincente.

La squadra di casa ritorna prontamente alla vittoria e continua il suo campionato ad un quinto posto molto sicuro. Milano che dopo tre vittorie torna alla sconfitta e rimane a dieci punti dagli ampezzani.

Elite A ITAS Cup – Risultati 35esima Giornata – Giovedì 30 gennaio 2014

Hafro S.G. Cortina – Hockey Milano Rossoblu 5-2 (2-0/1-1/2-1)
Marcatori: 00:31 (1-0) S.Gron (G.De Bettin/R.Dingle); 07:15 (2-0) L.Felicetti
(F.Adami/G.DeBettin); 26:48 (2-1) M.Borghi (M.Ranallo/E.Caletti); 31:16 (2-2) S.Gron
(J.Grof/G.De Bettin) in sup.num.; 47:06 (3-2) M.Lo Presti (A.A. Estoclet/N.Fontanive); 53:41 (4-2)
A.Moser (P.Albers/S.Gron) in sup.num.; 59:24 (5-2) A.Moser (S.Gron/R.Dingle) a porta vuota;

Formazione Cortina
Portieri: A.Borelli 60:00 – (R.Baur);
Difensori: R.Birzins, J. Grof, P.Albers, M.Zanatta, L.Zanatta, F.Lacedelli, L.Zandonella;
Attaccanti: R.Dingle, L. Felicetti, G.De Bettin, S.Gron, A.Moser, R.Lacedelli, C.Menardi, F.Adami,
R.De Zanna, D.Bravin;
Allenatore: C.Beddoes

Formazione Milano
Portieri: P.Dainton 58:23 – (F.Tesini);
Difensori: J.Fritsch, A. Re, U.Guerra, A.Gellert, A.Lutz, N.Lo Russo, N.Latin;
Attaccanti: N. Fontanive, B.J. Schell, A.Estoclet, D.DiDiomete, M.Ranallo, T.Migliore, E.Caletti,
M.Lo Presti, S.Gherardi, T.Goi, M.Borghi;
Allenatore: A. Insam;

Tiri in porta: Cortina 29 (8/11/10) – Milano 42 (11/9/22)
Penalità: Cortina 4×2’ – Milano 4×2’
Arbitri: Glauco Colcuc e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Lorenzo Calligaro e Claus
Unterweger;

Gli altri risultati:

S.S.I. Vipiteno Broncos Weihenstephan – H.C. Valpellice Bodino Engineering 2-4 (1-0/1-0/0-4)

Sportiva H.C. Val di Fassa Volvo – Ritten Sport Renault Trucks 2-3 (0-0/2-2/0-1)

Migross Supermercati H.C. Asiago – Lupi Fiat Professional Val Pusteria rinviata a data da
destinarsi.

 

Classifica Elite A Itas Cup

1) Ritten 72 punti;
2) Asiago 63 punti;***
3) Val Pusteria 62 punti;*
4) Valpellice 62 punti;
5) Cortina 51 punti;*
6) Milano 41 punti;*
7) Vipiteno 31 punti;
8) Fassa 17 punti;
* una partita in meno
*** tre partite in meno

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi