Conte: “Che ci facevo con Guarin? Ci facevo, ci facevo…”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

 L’allenatore della Juventus Antonio Conte ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Juventus-Inter.

guarin-calcio-inter

Si aspettava questo strapotere della Juventus?

L’avevamo preparata nei minimi dettagli, sotto tutti i punti di vista. Penso che la partita sia stata ben giocata, i ragazzi sono stati molto bravi. Se devo trovare il pelo nell’uovo, dispiace per quel gol che abbiamo subito che ci ha messo un po’ di ansia. Ecco perché poi, sul 3-0 qualcuno dice “continua a fare il matto in panchina”, perché so che la tensione bisogna tenerla alta fino alla fine, perché poi basta un gol anche fortuito a poter rimettere un po’ in gioco alcune situazioni.

Osvaldo è stata una tua precisa richiesta per mettere un po’ di pressione a Llorente e Tevez?

Osvaldo è stata un’opportunità che abbiamo colto, perché il ragazzo ha voluto fortissimamente la Juventus, perché si è ridotto di tantissimo l’ingaggio. E quindi complimenti a lui, voleva venire alla Juventus, noi siamo ben accetti di prendere un giocatore che aumenta la qualità nel reparto offensivo. Abbiamo il campionato, c’è una pretendente importante, anzi due, anche se il Napoli oggi ha perso rimane una pretendente allo Scudetto. Abbiamo un’Europa League da giocare e quindi c’era anche necessità di risvegliare l’entusiasmo davanti, visto che c’erano delle gerarchie adesso ben definite con Tevez e Llorente. E anche chi c’era prima e sta qui da un po’ troppo tempo, magari aveva bisogno di un po’ di entusiasmo e di concorrenza.

Che ci avrebbe fatto con Guarin, visto che ha già un centrocampo stellare?

Che ci facevo? Ci facevo, ci facevo (sorride, ndr). Era un’opportunità anche quella, che si era creata tra le due società. Non ho fatto richieste particolari però se si creavano delle opportunità le avremmo colte. Si è creata quella di Osvaldo e l’abbiamo colta, stavamo cogliendo quella di Guarin, poi si è fermato tutto. E niente, adesso bene così.

 

Ufficio Stampa Sky

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi