Itely Milano, le 300 in A di Rigoni: “Significano che qualcosa di buono ho fatto”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Tre anni in A1 a Cuneo, altrettanti in A2 a Crema, poi due bienni a Cagliari (A1 e A2) e a Gioia del Colle (A2), un’altra stagione in Piemonte, una a Perugia in A2 e uno scorcio a Reggio Emilia prima di sposare il progetto Powervolley a metà della scorsa stagione in B1 e far parte della squadra meneghina che sta affrontando l’A2.

Giacomo Rigoni (Foto: ufficio stampa)
Giacomo Rigoni (Foto: ufficio stampa)

E’ il lungo viaggio di Giacomo Rigoni, schiacciatore milanese dell’Itely che domenica festeggerà le 300 partite in serie A tra regular season e play off. La partita contro Sora, dunque, rappresenterà una sfida speciale per “Rigo”, ragazzo mite ma sempre determinato in campo, dove con la sua tecnica è prezioso per gli equilibri di squadra.

Sono felice per questo traguardo – spiega il giocatore, che nel 1999 ha vinto la Supercoppa Italiana con Cuneo – di solito non guardo tanto i dati statistici, ma 300 partite in serie A significano che qualcosa di buono ho fatto e sto facendo“.

Ti ricordi il tuo debutto?
Era la stagione 1997-1998, ero nell’Alpitour Traco Cuneo allenata da Silvano Prandi e avevo esordito nella sfida di campionato contro Ravenna, che poi avevamo vinto. L’inizio di stagione era stato molto bello, poi ho avuto problemi alla spalla“.

Qual è la tua partita più bella disputata in carriera?
Di momenti belli ce ne sono stati tanti: le battaglie nei play off e in Coppa Italia, i Mondiali juniores, il debutto da titolare in A1 a Cagliari“.

Veniamo al presente: domenica al Pavesi arriverà Sora.
Sarà una bella sfida, loro arriveranno a Milano con il morale alto dopo la vittoria contro la capolista Padova. Noi vogliamo continuare sul percorso positivo intrapreso in questo periodo. Stiamo facendo bene, lavoriamo al meglio in settimana e i risultati ci stanno dando ragione“.

Ad eccezione della regina, subito promossa in A1, per le altre squadre la stagione si deciderà nei play off. Guardando allo scoglio precedente, il termine della regular season, a quale posizione può ambire l’Itely?
Noi cerchiamo di far più punti possibili per arrivare in alto; realisticamente, il quarto posto sarebbe il meglio a cui puntare in questo girone di ritorno“.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi