Cristiano Ronaldo: “Balotelli? Lo trovo un buon giocatore, capace di lasciare il segno”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Sabato 8 febbraio, alle ore 23.30 su Sky Sport 1 HD Sky Calcio 1 HD, nuovo appuntamento con “I Signori del Calcio”. Protagonista il Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo con il Pallonde d'Oro 2013 (foto da @Cristiano)
Cristiano Ronaldo con il Pallonde d’Oro 2013 (foto da @Cristiano)

Il Pallone d’Oro.

La notte di Zurigo è stata emozionante, non mi aspettavo di vincere il Pallone d’Oro. Ovviamente è stato un momento unico per me, specialmente quando ho visto mio figlio salire sul palco. Una bella serata che non dimenticherò mai. Le mie sono state lacrime di emozione, ma anche di allegria, sono felice di aver potuto vivere una notte così emozionante.

Un’emozione che ti ha commosso.

Le lacrime erano sincere, oneste, quelle di una persona normale. Molti erano sorpresi di vedermi piangere, ma io sono stato sincero, spontaneo. Non mi aspettavo quel premio, per fortuna tutto è andato per il meglio.

Durante la cerimonia ero un po’ nervoso, prima di conoscere il verdetto eravamo tutti incerti e molto curiosi. Sentire il mio nome è stata una liberazione, ho fatto un bel respiro  e ho provato una grande emozione. Non me lo aspettavo, finalmente ero libero di esprimere tutti i miei sentimenti di gioia.

Speri nel terzo in futuro?

Il Pallone d’Oro è la più grande consacrazione personale per un giocatore. Tutti i calciatori sognano di poterlo vincere, essere considerato il migliore al mondo è qualcosa di unico. A me è già successo due volte, spero che accada ancora in futuro.

Com’è essere padre per te?

Mio figlio mi ha cambiato tanto. Essere padre per me è un sogno, lo desideravo tanto e sapere che lui sarà il mio erede mi rende molto felice. Sono davvero contento e spero di poter avere altri figli.

La Champions League è un’ossessione al Real Madrid?

Per la decima Champions League del Real Madrid non può essere vista come un’ossessione. I tifosi, i giocatori, tutti aspettano da tempo di conquistarla: il Real Madrid deve sempre pensare di poter vincere, però ovviamente quella coppa è un obiettivo per tutti. Sono convinto che questo possa essere l’anno giusto, abbiamo un’ottima squadra e un grande allenatore come Carlo Ancelotti, che è anche fortunato. Speriamo possa dimostrarlo anche con noi.

Cosa pensi di Mario Balotelli?

Non conosco Balotelli personalmente e non mi interessa quello che fa fuori dal campo. Lo trovo un buon giocatore, capace di lasciare il segno sia nel Milan che in Nazionale. Sta dimostrando di avere talento. Non credo che la sua vita privata sia importante, per me conta solo che in campo stia dimostrando di essere un buon giocatore.

Chi è il tuo giocatore preferito in Italia?

Sono onesto, non seguo molto la serie A, ma a livello di Nazionale avete molta qualità. Siete sempre fra i migliori sia agli Europei che al Mondiale, è una squadra che considero molto forte. Non voglio scegliere un solo giocatore, ce ne sono tanti.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi