Itely Milano contro la terza forza del campionato
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E’ tempo di nuove sfide per l’Itely Milano, che dopo aver osservato il turno di riposo è pronta a rientrare in campo nel campionato di A2 maschile di volley. Domenica alle 18 al Centro Pavesi di via De Lemene 3 la formazione meneghina riceverà la visita della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, terza forza del campionato, nella sfida valida per la sesta giornata di ritorno della seconda serie nazionale.

Foto: ufficio stampa
Foto: ufficio stampa

QUI ITELY – In casa Milano, a parlare è il tecnico Marco Maranesi, che fa il punto della situazione tra sosta e avversario. “Abbiamo lavorato molto – spiega l’allenatore dell’Itely – sulla fase break in questo periodo. Per quanto riguarda Sora, è una squadra forte e che sbaglia poco. L’opposto Tamburo è da tener d’occhio, mentre Allan Verissimo ha fatto quadrare i conti in ricezione. Non sarà una partita facile, ma ormai abbiamo capito che, giocando bene, possiamo giocarcela a viso aperto con tutti”. La settimana di allenamenti dell’Itely si è svolta regolarmente, con un piccolo problema alla schiena accusato dall’opposto Matteo Daolio.

QUI SORA – A presentare il match sulla sponda Sora è il direttore sportivo Alberico Vitullo. “Dopo aver interpretato al meglio – spiega il dirigente ciociaro – la partita contro la capolista Padova, grazie a una prova superlativa dei singoli, ma soprattutto per merito di coach Fenoglio, siamo concentratissimi sull’Itely Milano. Non vogliamo far restare questo importante successo una cattedrale nel deserto. Per questo, nel prosieguo del campionato lavoreremo con dedizione su ogni singola partita”. Quindi aggiunge. ” A Milano sarà un altro duro scontro contro un sestetto che ha dimostrato di essere in grande forma, soprattutto due settimane fa contro Padova. Ci attende una partita da prendere con le molle e da giocare con la massima concentrazione per portare a casa più punti possibili. Milano non è più la squadra dell’andata, ma ha fatto innesti importanti”.

GLI ARBITRI – A dirigere l’incontro tra Itely Milano e Globo Banca Popolare del Frusinate Sora saranno il primo arbitro Umberto Ravallese di Ragusa e il secondo arbitro Antonio Licchelli di Gualtieri (Reggio Emilia).

A CACCIA DI RECORD – La partita del Pavesi rappresenterà il 300esimo incontro in serie A per lo schiacciatore dell’Itely Milano Giacomo Rigoni. Nella squadra meneghina, altra festa per le 100 partite di regular season in serie A del centrale Emiliano Giglioli, mentre lo schiacciatore serbo Nemanja Jakovljevic andrà a caccia dei 200 punti stagionali: gli mancano 24 palloni da mettere a terra. Nelle fila di Sora, al martello Allan Verissimo Silva mancano 15 punti per fare quota 100 stagionale tra campionato e Coppa Italia.

I PRECEDENTI – Le due squadre si sono affrontate nel match d’andata dello scorso 24 novembre a Sora, quando la Globo Banca Popolare del Frusinate si impose 3-0 con i punteggi di 25-13, 25-21 e 25-14.

IL TURNO – Questo il programma della sesta giornata di ritorno del campionato di A2 maschile: Materdominivolley.it Castellana Grotte-Caffè Aiello Corigliano, Itely Milano-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, Tonazzo Padova-B-Chem Potenza Picena, Vero Volley Monza-Elettrosud Brolo, Sieco Service Ortona-Cassa Rurale Cantù. Riposa: Coserplast Openet Matera.

LA CLASSIFICA – Tonazzo Padova 35, Vero Volley Monza 34, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 32, Coserplast Openet Matera 26, Sieco Service Ortona 24, B-Chem Potenza Picena 22, Itely Milano 21, Cassa Rurale Cantù 20, Materdominivolley.it Castellana Grotte, Caffè Aiello Corigliano 12, Elettrosud Brolo 2.

COPERTURA MEDIA DEL MATCH – Una sintesi del match sarà trasmessa in differita sul digitale terrestre: martedì alle 22,45 (durata mezz’ora) su Telemilano (Canale 12) e mercoledì alle 13,30 (durata mezz’ora) sul canale 97 Blu Lombardia-Telemilano.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi