Moto3: test privati ad Almeria, seconda giornata costruttiva per lo Sky Racing Team
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Secondo giorno di lavori dedicato alla cura dei dettagli per lo Sky Racing Team, che oggi ha sfruttato ancora una volta i test privati per sperimentare nuovi set up e strategie elettroniche. La base da cui partire per affrontare al meglio l’avvio del Mondiale prende rapidamente forma, con Romano Fenati e Francesco Bagnaia sempre più a loro agio sulle nuove KTM.

Dopo una prima parte di giornata ostacolata da un vento più forte del solito, nel pomeriggio sul Circuito di Almeria i piloti hanno schiacciato l’acceleratore provando nuovi elementi su cui lavorare. Al di là della prestazione in termini di tempi (1’40’’2 il miglior tempo di Romano, 1’40’’9 quello di Pecco), i ragazzi hanno puntato a uno step di qualità. Soprattutto Bagnaia, cheè riuscito a migliorarsi di un secondo e a spingere di più, ottimizzando il feeling con la nuova moto. Romano, invece, ha lavorato per raggiungere una maggiore confidenza con l’avantreno.

Vittoriano Guareschi, Team Manager della squadra creata in collaborazione con la VR46 di Valentino Rossi, è fiducioso: “Uno degli elementi positivi è che dopo la giornata di oggi partiamo da una base più solida. Abbiamo individuato qualcosa che ci può dare aiuto e domani lo proveremo. L’importante è arrivare al meglio alla prima gara e io credo nei miei ragazzi”. 

ROMANO FENATI: “Ci siamo concentrati sulla ciclistica e abbiamo acquisito molti dati per lavorare bene a Valencia ai prossimi test ufficiali. Vedere altri piloti davanti mi dà ancora più grinta, a Valencia andrà sicuramente molto meglio, visto il buon feeling con la moto”.

FRANCESCO BAGNAIA: “I primi due giorni di test sono serviti a riprendere il ritmo. Abbiamo lavorato bene e trovato la strada giusta da seguire, sono contento. Quando vai forte ti diverti di più”.

 

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi