Dubai Tour, 4° tappa: Rombo Ferrari, quarto sotto il Burj Khalifa
Ti piace questo articolo? Condividilo!

All’ombra dell’edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa, Roberto Ferrari ha dimostrato ancora una volta di avere cittadinanza nell’elite mondiale degli sprint.

Dubai Tour 2014

Nella volata che ha chiuso la tappa finale del Dubai Tour (World Trade Center-Burj Khalifa, 123 km), il velocista della LAMPRE-MERIDA ha ottenuto il 4° posto, perdendo proprio al fotofinish la possibilità di salire sul podio (Guardini 3° in rimonta).

Successo per Kittel, che centra così una tripletta personale, davanti a Renshaw. Primo piazzamento nei 10 in carriera per Bonifazio, 7°. Nella foto (Bettini), lo sprint.

La classifica generale permette a Phinney di scrivere il proprio nome nella prima casella dell’albo d’oro della corsa. L’americano ha preceduto Cummings (+15″) e Hansen (+17″), difendendo il vantaggio maturato già nella crono di apertura.

Il migliore per la LAMPRE-MERIDA nella graduatoria generale è Pozzato, 11° a 45″; nella top 15 già all’esordio stagionale anche il campione del mondo Rui Costa (15° a 48″).

Ho dato il massimo, la mia volata è stata buona, ma Kittel ha avuto una marcia in più: non ho recriminazioni – ha spiegato Ferrari – I miei compagni hanno fatto un gran lavoro, soprattutto nel finale, quando la corsa ha perso di linearità: Pozzato, Palini e Bonifazio hanno rispettato bene le consegne e mi hanno portato a ruota di Renshaw. L’azione di Kittel è stata poderosa, io sono riuscito a lanciarmi a buona velocità, ma senza poter recuperare terreno. Mi spiace solo essere stato sorpassato all’ultimo da Guardini: sarebbe stato bello concludere l’esperienza a Dubai salendo sul podio“.

Il bottino della spedizione della LAMPRE-MERIDA negli Emirati Arabi Uniti consta di un 4° e un 6° posto ottenuti da Ferrari, della 12^posizione di Pozzato nella cronometro, di due alteti nella top 15 della graduatoria generale (Pozzato e Rui Costa) e, uscendo dalla prospettiva dei numeri, di un campione del mondo con già nelle gambe l’energia per battagliare e un Pozzato determinato e in crescendo di condizione in vista degli appuntamenti primaverili.

ORDINE D’ARRIVO
1- Kittel 2h41’09”
2- Renshaw s.t.
3- Guardini s.t.
4- Ferrari s.t.
5- Porsev s.t.
7- Bonifazio s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1-Phinney 9h31’33”
2- Cummings 15″
3- Hansen 17″
4- Martin 23″
5- Cancellara 30″
11- Pozzato 45″, 15- Rui Costa 48″, 34- Oliveira 1’34”, 64- Dodi 3’02”, 66- Bonifazio 3’10”, 74- Ferrari 3’28”, 90- Cimolai 5’02”, 103- Palini 6’46”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi