Hockey Milano Rossoblu, scampoli di KHL in amichevole
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Si è svolta ieri sera, lunedì 10 febbraio, alla Sportarena di Leukerbad nel canton Vallese (Svizzera), la tanto attesa amichevole tra l’Hockey Milano Rossoblu e la formazione russa dell’Avtomobilist Ekaterinburg. Davanti ad un nutrito gruppo di tifosi rossoblu,  la formazione milanese ha sfidato una delle compagini della Kontinental Hockey League più in forma ed in ascesa di questa stagione agonistica 2013-14.

Foto da hockeymilano.it
Foto da hockeymilano.it

Il Milano ha dovuto rinunciare ad Adam Estoclet, al nazionale italiano Nicola Fontanive, fermo per riposo, e Marcello Borghi. I milanesi hanno comunque avuto la possibilità di avere in “prestito” per l’occasione due attaccanti dagli avversari, Nikita Vyglazov e Anatoli Golyshev, che hanno aiutato non poco la compagine meneghina nello svolgimento della partita.

Nel corso della gara triplo avvicendamento nella porta rossoblu: è partito fra i pali Paul Dainton, poi dopo 10′, complice anche un leggero infortunio, è toccato a Federico Tesini difendere i colori del Milano. Nell’ultima parte di gara spazio anche ad un altro prestito da parte della squadra russa con uno dei portieri avversari che ha rilevato il back-up milanese. Al termine di una match molto divertente e di grande intensità, ha prevalso la formazione degli Urali per 9-3.

L’incontro è stato prolungato poi con una serie di rigori vinti dai rossoblu grazie al disco vincente messo in rete da Andreas Lutz. Una partita che è servita comunque per consolidare ulterioriormente i contatti sia con la KHL che con la medesima squadra dell’Avtomobilist per future collaborazioni ed importanti progetti di sviluppo.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi