Torneo di Viareggio: Inter eliminata, Milan ok
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E’ già finita l’avventura al Torneo di Viareggio della formazione primavera dell’Inter. I nerazzurri si sono trovano di fronte ad una grande squadra come l’Anderlecht campione in carica del torneo e giocano una partita generosa, senza però dar mai l’impressione di poter ribaltare il vantaggio belga (2-1) arrivato nel primo tempo. Nella seconda frazione subito in rete per la terza volta i bianco-malva, poi Bonazzoli accorcia e fa 3-2, ma il secondo gol di giornata di Leya porta il risultato sul 4-2. Emozionanti assalti finali affidati a Baldini e Camara, Acampora sigla il 4-3 su rigore, ma non basta. L’Anderlecht si qualifica meritatamente, a Salvatore Cerrone e ai suoi ragazzi va il merito di averci provato fino in fondo e aver giocato una partita di carattere.

INTER-ANDERLECHT 3-4
Marcatori: 
5′ Knudsen, 7′ Kindermans e 39′ Carvalho, 9’st e 22’st Leya, 11’st Bonazzoli, 43’st Acampora (rig.)

Prosegue invece la sua corsa dei giovani del Milan allenati Filippo Inzaghi, vittoriosi sui corati del Rijeka.

Ecco le parole del Mister dopo la gara: “Sono molto contento, perchè abbiamo giocato a calcio anche su un campo in condizioni difficilissime. Adesso dovremo essere bravi a recuperare, perchè oggi abbiamo speso molto. I ragazzi dell’Envigado li avevo visti, li conosco, so che sono una grande squadra, ma sono convinto che ce la giocheremo al massimo delle nostre possibilità”.

MILAN-RIJEKA 3-1
Reti: 2′ pt. Postonjski rig. (R); 4′ st. Simic (M), 27′ Benedicic (M), 41′ Benedicic (M).

Nei quarti di finale i rossoneri se la vedranno con i colombiani dell’Envigado, vittoriosi per 3-0 contro la Sampdoria.

Questo il programma completo dei quarti di finale (giovedì 13 febbraio): Fiorentina-Parma (ore 15), Milan-Envigado (ore 15), Hellas Verona-Palermo (ore 15), Anderlecht-Atalanta (ore 17.15)

 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi