Hockey Milano Rossoblu sfata il tabù: colpaccio a Torre Pellice
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Va di nuovo in scena il derby del nord-ovest. Il Valpellice, in serie positiva da tra gare, sfida il Milano. Negli scontri diretti i piemontesi si sono aggiudicati, contando anche Coppa Italia ed amichevole precampionato, sette incontri su otto contro i lombardi. I padroni di casa si schierano al gran completo. I milanesi devono rinunciare a Devin DiDiomete che è stato squalificato per una giornata dopo le intemperanze dello stesso alla fine dell’ultimo incontro tra le due formazioni.

Milano parte con decisione: prima Goi e poi Fontanive chiamano all’intervento provvidenziale Frazee. Il buon inizio dei rossoblu porta i suoi frutti a ridosso del quarto minuto di gioco, quando nel giro di due minuti gli ospiti vanno a segno due volte con Fontanive e Ranallo. I rossoblu, tuttavia, non riescono a mantenere il doppio vantaggio perché il Valpellice reagisce subito rispondendo con le reti di Silva, bravo a beffare Dainton sul tentativo di intervento del goalie milanese, e successivamente con Barney che da posizione defilata recupera il disco e tocca di giustezza per il disco del pareggio. Dainton si salva con i gambali chiudendo l’angolo sul rovescio di Silva che trova spesso spazi interessanti per cercare la conclusione contro la difesa milanese. Chiusura di tempo con il Milano che usufruisce di una superiorità (fuori Tomko) e facendosi pericoloso con le conclusioni dalla distanza di Lutz e Fritsch che vengono controllate dall’estremo torrese, che però nulla può a 25 secondi dalla prima sirena di pausa sulla stoccata di Gellert.

Secondo periodo che inizia praticamente sul 4-2 per i milanesi, grazie alla rete di Estoclet che piazza il disco all’incrocio con un tiro potente su cui Frazee non riesce ad opporre nemmeno una reazione di riflessi. Dainton si salva sul tentativo di Nunn che termina sul palo, ma è ancora Frazee a doversi superare per deviare d’istinto il diagonale al volo di Fontanive, compiendo un vero e proprio miracolo. La difesa torrese sembra piuttosto confusa nella sua manovra di uscita e viene punita da Estoclet che nel giro di un attimo ruba disco e conclude in rete rendendo vano il tentativo di intervento dell’estremo avversario. La retroguardia piemontese non riesce a giocare come vorrebbe e ne risente tutta la squadra, tanto che il Milano ha gioco facile nel mantenere il bandolo del gioco facendosi pericoloso in due occasioni con Borghi e Caletti. Gli attaccanti dei Bulldogs continuano comunque ad attaccare, con poco costrutto però, così i milanesi riescono a ripartire facendosi pericolosi nuovamente con Fontanive. Risponde Maxwell con un disco insidioso su cui Dainton compie un doppio intervento per allontanare la minaccia. Il tempo scorre e coach Flanagan cerca di mescolare le carte, cambiando le linee e a 29’’ sceglie di togliere anche il portiere per giocarsi il sesto uomo di movimento, tentativo che non sortisce risultati fino al suono della seconda sirena.

Il Milano continua il proprio sparito di gara anche nel terzo periodo, tanto che dopo una breve fase favorevole al Valpellice arriva il terzo gol della serata di Estoclet che con una conclusione angolata che beffa l’intera retroguardia avversaria. La Valpe non si arrende e continua a giocare cercando di migliorare ulteriormente la sua situazione sul ghiaccio, fino a quel momento discutibile anche per l’approccio iniziale, andando a segno per la rete 6-3 con Maxwell che da comunque segni di vita da parte dei padroni di casa a metà periodo. La reazione della squadra di Flanagan si fa decisa nel finale di gara quando arriva la rete di Ihnacak con un rovescio che spiazza Dainton e riporta sotto i suoi per un finale infuocato in cui comunque la difesa milanese fa buona guardia nel proprio slot difensivo. Ultimi minuti palpitanti, con Flanagan che chiama time out per studiare l’ultimo assalto, durante la quale però i Bulldogs combinano poco, concedendo a Borghi di centrare un clamoroso palo a porta vuota poco prima della sirena finale che saluta il primo successo della stagione a Torre Pellice da parte di un Milano in crescita.

La sconfitta costa cara alla Valpe che perde due posizioni di classifica e ritorna al quarto posto. Il Milano consolida la sesta posizione.

Elite A ITAS Cup – Risultati 36esima Giornata – Giovedì 13 febbraio 2014

H.C. Valpellice Bodino Engineering – Hockey Milano Rossoblu 4-6 (2-3/0-2/2-1)
Marcatori: 04:45 (0-1) N.Fontanive (J. Fritsch); 06:00 (0-2) M.Ranallo (E.Caletti/T.Goi); 06:28 (1-
2) A.Silva (A.Ambrosi/A.Schina); 28:07 (2-2) S.Barney (B.Ihnacak/F.De Biasio); 19:35 (2-3)
A.Gellert (A.A.Estoclet/A.Lutz) in sup.num; 20:26 (2-4) A.A Estoclet (N.Fontanive); 24:28 (2-5)
A.A. Estoclet (M.Lo Presti/N.Fontanive); 42:01 (2-6) A.A. Estoclet (A.Lutz/M.Lo Presti); 49:51 (3-
6) T.Maxwell (G.Nunn); 56:32 (4-6) B.Ihnacak (R.McDonough/G.Nunn);

Formazione Valpellice
Portieri: J. Frazee 57:04 – (A.Rivoira)
Difensori: T.Johnson, S.Tomko, F.De Biasio,A.Ambrosi, A.Schina, E.Michelin Salomon;
Attaccanti: R. McDonough, B.Ihnacak, D.Strong, T. Maxwell, G.Nunn, S.Barney, M.Pozzi,
A.Silva, P.Rizzo, P. Canale, P. Nicolao, M.Durand Varese, V. Mondon Marin, Cordin;
Allenatore: M. Flanagan;

Formazione Milano
Portieri: P.Dainton 60:00 – (F.Tesini);
Difensori: J.Fritsch, A.Gellert, A. Re, U.Guerra, A.Lutz, N.Lo Russo, N.Latin;
Attaccanti: N. Fontanive -A.Estoclet– M.Lo Presti; B.J.Schel, M.Ranallo, T.Migliore, E.Caletti,
T.Goi, M.Borghi, S.Gherardi;
Allenatore: A. Insam

Tiri in porta: Valpellice 39 (12/16/11) – Milano 34 (12/14/8)
Penalità: Valpellice 1×2’ – Milano 0;
Powerplay: 0/0 – Milano 1/1
Arbitri: Nadir Ceschini e Andrea Benvegnù; Giudici di linea: Simone Lega e Matthias Cristeli;

Gli altri risultati:

Supermercati Migross H.C. Asiago – Hafro S.G. Cortina 2-1 d.t.s. (1-0/0-0/0-1/1-0)

S.S.I. Vipiteno Broncos Weihenstephan – Ritten Sport Renault Trucks 1-4 (0-2/1-0/0-2)

Sportiva H.C. Val di FassaVolvo – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 5-9 (1-2/3-3/1-4)

Classifica Elite A Itas Cup
1) Renon 78 punti;
2) Val Pusteria 68 punti;
3) Asiago 66 punti;**
4) Valpellice punti 65;
5) Cortina 54 punti;*
6) Milano 44 punti;*
7) Vipiteno 31 punti;
8) Fassa 20 punti;
* una partita in meno;
** due partite in meno

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi