Renate, tre punti casalinghi per rimanere nelle posizioni che contano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Finalmente il Renate riesce a raccogliere quanto seminato. Tre punti ed una vittoria meritata per rimanere nelle posizioni che contano. I nerazzurri hanno disputato un’ottima gara soprattutto sul piano della resistenza fisica visto che nella seconda frazione hanno dimostrato un passo nettamente diverso rispetto agli avversari.

E’ leggera ma insistente la pioggia che accompagna le due squadre all’ingresso in campo. Gli uomini di Boldini devono fortemente tornare a fare bottino pieno mentre la compagine vicentina vuole continuare la striscia positiva dell’era Zauli. All’8’ brivido per i biancorossi quando Tomei esce a vuoto permettendo a Spampatti di controllare la sfera quasi sulla linea di fondo. Da posizione pressoché impossibile, l’ariete bergamasco tenta la conclusione in porta ma il pallone colpisce l’esterno della rete. Qualche minuto più tardi, angolo di Adobati e bel colpo di tacco di Gavazzi sul quale interviene l’estremo difensore avversario senza difficoltà. Al 17’, la prima vera azione offensiva degli ospiti è anche una chiara occasione da gol. Lancio dalle retrovie, Riva buca l’intervento permettendo a Strizzolo di involarsi in solitaria verso la porta. Arrivato al limite dell’area e con Cincilla in uscita, l’attaccante di origini friulane tenta il pallonetto ma per fortuna ne esce un tiro debole e fuori bersaglio. I nerazzurri rispondono al 25’. Conclusione di Gualdi ribattuta ed altro tentativo di prima intenzione di Chimenti che termina alto sopra la traversa. Un minuto più tardi, grande chance di passare in vantaggio per le pantere. Spizzata di testa di Castellani per Gualdi, che appostato all’interno dell’area piccola, non riesce a fare di meglio che colpire Tomei. Al 34’, Malagò serve Alessandro largo sulla sinistra. Il bomber del Girone A vede il compagno Strizzolo solo in mezzo all’area di rigore ma una pronta deviazione di Riva in corner sventa il pericolo. Prima del riposo, da segnalare un cross perfetto di Castellani sul secondo palo in direzione dell’accorrente Muchetti, anticipato all’ultimo dall’uscita in presa sicura di Tomei.

Nella ripresa succede di tutto. Al 4’ la punizione rasoterra di Adobati riesce a bucare la barriera ma non ha una forza tale da impensierire Tomei. Quattro minuti più tardi ancora Renate in avanti. Cross dalla sinistra di Morotti ed incornata di Gualdi che lambisce il palo. Al 12’, i nerazzurri rischiano di complicarsi la vita da soli. Retropassaggio azzardato di Gavazzi per Cincilla che nel rinviare la palla colpisce l’accorrente Alessandro. La sfera per fortuna rimane nei pressi di Cincilla che riesce ad impossessarsi nuovamente del pallone. Finalmente al 17’ arriva il tanto agognato gol. Palla scodellata in mezzo all’area da Adobati, doppio intervento di testa della difesa vicentina che non riesce ad allontanare la sfera. Muchetti è il più lesto di tutti ad intercettare ancora di testa dal limite dell’area e a servire Castellani, bravissimo nella girata al volo che si spegne oltre la linea di porta. Grande gol per l’attaccante toscano che raggiunge quota sei in stagione contando anche la marcatura della gara poi sospesa contro la Spal.

Due minuti più tardi, ecco l’episodio che può chiudere l’incontro. Stefani atterra in area Malgrati e il direttore di gara concede il penalty estraendo anche il cartellino rosso per il difensore ospite. Sul dischetto si presenta Spampatti che non sfrutta l’occasione e conclude di potenza alto sopra la traversa. E’ questione di qualche minuto perché al 27’ il Renate mette davvero in ghiaccio l’incontro. Rimessa sulla trequarti offensiva di Morotti, stacco di testa di Rebecchi che involontariamente lancia sulla fascia sinistra Chimenti. Il numero dieci nerazzurro trova Gualdi con un bellissimo passaggio rasoterra che taglia tutta l’area di rigore. Dopo le tante occasioni fallite c’è gloria per il centrocampista di Gandino. Controllo ad eludere l’intervento dell’avversario e conclusione fulminea di sinistro che non lascia scampo a Tomei. Esultanza con dedica al piccolo Pacifico e Renate che si mette in tasca tre punti fondamentali.

Basta dare uno sguardo alla classifica per capire quanto i giochi siano ancora aperti. L’unica soluzione è pensare partita per partita. Ed allora da martedì i ragazzi di Boldini si concentreranno sul prossimo avversario, l’Alessandria.

Risultato: 2 – 0

Renate: Cincilla; Adobati, Gavazzi, Riva, Morotti; Gualdi, Malgrati, Chimenti; Muchetti (dal 43’st Bonfanti), Spampatti (dal 31’st Maccabiti), Castellani (dal 38’st Florian).

A disposizione:  Marcandalli, Adorni, Merlino, Lecchi.  All: Boldini

Real Vicenza: Tomei; Barzan (dal 22’st Sandrini), Mei, Stefani, Porcino; Lavagnoli (dal 22’st Fissore), Catinali, Malagò, Rebecchi; Strizzolo (dal 27’st Pavic), Alessandro.

A disposizione:  Cavallari, Caporali, Magrassi, Moro.  All: Zauli

Reti: 18’st Castellani (R), 27’st Gualdi (R)

Ammoniti:  Chimenti, Malgrati (R); Rebecchi, Catinali (RV)

Espulsi: 19’st Stefani (RV) per fallo da ultimo uomo, 48’st Pavic (RV) per condotta violenta.

Angoli:  5 a 4 per il Renate

Arbitro:  Sig. Niccolò Baroni di Firenze coadiuvato dai Sigg. Bresmes di Bergamo e Dessena di Ozieri.

Recupero:1’ +  4’

Spettatori: 250 circa

Davide Guglielmetti, Addetto Stampa A.C. Renate.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi