L’Asr Milano fa suo il derby della Madonnina di rugby
Ti piace questo articolo? Condividilo!
L’Asr Milano si aggiudica il derby con il Rugby Grande Milano ma perde la testa della classifica. Ottima prova dei biancoblu, che soprattutto ad inizio gara hanno messo paura ai rivali. Alla lunga però sono venuti fuori i biancorossi. Sotto 6-12 (il Rugby Grande Milano è andato avanti 0-12 grazie a due mete) nella prima metà di gara, l’Asr Milano, squadra più preparata fisicamente e quindi più a suo agio sul pesantissimo terreno del Centro Sportivo Giuriati, ha deciso la partita grazie a due mete in fotocopia, per come si sono sviluppate, nella prima metà della seconda frazione di partita.
L’Asr Milano ha poi controllato la partita e con due calci piazzati a fissato il risultato di un bel derby sul 24 a 12 finale.
photo credit: stede64 via photopin cc
photo credit: stede64 via photopin cc
SERIE B – GIRONE A
ASR MILANO vs RUGBY GRANDE MILANO ASD  24 – 12
Giocatori in campo: Thomas Nicholas, Fusi Emanuele, Franceschi Matteo, Ragusi Federico, Tolotti Andrea, Gorietti Luca, Canale Stefano, Cipolla Salvatore, Ferrari Marco, Campi Carlandrea, Limonta Tommaso, Guidugli Andrea, Piatti Angelo, Corbetta Carlo, Ferrari Nicola, Lombardi Leandro, Ippolito Antonino, Cortinovis Jacopo, Tranquillini Stefano, Matteoli Luca, Morisi Marco, Caldiroli Matteo
Allenatori: Bonacina Ivano, Cozzaglio Massimo
Gli altri risultati
Asd Rugby Lecco  – Asti Rugby  1981, 36 – 00  (5-0)
Rugby Parabiago  – Rugby Rovato ,   39 – 10  (5-0)
Biella Rugby Club – Rugby Sondrio,  20 – 18  (4-1)
Marco Polo Cus Brescia  – VII Rugby Torino,   21 – 15  (4-1)
Coenergia Caimani Rugby – Patarò Rugby Lumezzane,  05 – 26  (0-5)
La classifica:
Lumezzane punti 61; Asr Milano punti 60;  Parabiago punti 51; Grande Milano punti 36; Caimani Rugby punti 35; Sondrio punti 30; Marco Polo Cus Brescia punti 28; VII Rugby Torino punti 26; Biella punti 23; Lecco punti 20; Rovato punti 16; Asti punti 9.
Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi