Fight1, si avvicina il primo ‘Savate Day’ a Milano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La Fight 1 è attiva in tutto il settore sport da combattimento con uguale attenzione ai PRO come ai dilettanti, ai più giovani come per le donne e quindi anche alle discipline storiche come per le più moderne MMA.

By Osvaldo george (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC-BY-SA-3.0-2.5-2.0-1.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
By Osvaldo george (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC-BY-SA-3.0-2.5-2.0-1.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Fedele ai suoi principi ispiratori, la Fight1 di Carlo Di Blasi organizza a Milano il “1° Savate Day”, nella storica palestra milanese “Accademia Europea” via Melzo 9, domenica 23 febbraio. L’iniziativa è open, quindi aperta a tutti i praticanti di savate, nelle sue varie declinazioni a contatto pieno o leggero.

L’iscrizione alle gare è gratuita ed i moduli di iscrizione sono allegati.

Io sarò presente in una giornata in cui avremo come ospiti speciali i campioni che negli anni ’70 e ’80 hanno dato lustro al nostro paese.

Mi riferisco a Jacopo nardi, Marco Nocentini e Franco Roasio.

Il “Savate Day” fa parte del piano di rilancio di questa bella e antica disciplina da combattimento. I campionati nazionali di savate andranno in scena il 5 ed il 6 aprile a Milano, mentre a giugno sono previsti i “dual match”, sfide tra la nazionale, formatasi ai campionati nazionali, ed una squadra straniera scelta tra le seguenti: Olanda, selezionata da Ernesto Hoost già campione europeo di savate, Francia, selezionata da Andrè Panza già campione mondiale di savate.

La savate è entrata come settore dilettanti e PRO della ISKA pertanto può usufruire dell’immenso  bacino di atleti e contatti dei savateurs ancora attivi in tale organizzazione.

Le iscrizioni sono gratuite e sono aperte fino martedì 18 febbraio.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi