l’Integrity Tour della Lega Pro ha fatto tappa a Renate
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Mercoledì 19 Febbraio 2014, l’Integrity Tour della Lega Pro ha fatto tappa a Renate. Sono state già circa 70 le società a cui questa iniziativa ha fatto visita. Si tratta di una giornata dedicata alla lotta alle scommesse sportive clandestine, a conoscere più da vicino il fenomeno del match-fixing che comprende qualsiasi azione atta a modificare in maniera fraudolenta e per scopi illegali l’andamento di un incontro sportivo ed alla prevenzione di tali problematiche.

Nel corso della mattinata, presso il Centro Sportivo di Triuggio, l’Integrity Manager della Lega Pro Emanuele Paolucci e l’Integrity Director di Sportradar per l’Italia Marcello Presilla, hanno incontrato i calciatori della Prima Squadra e lo Staff Tecnico nerazzurro. Una piacevole ed interessante lezione formativa che è stata poi riproposta nel pomeriggio presso la sala conferenze della sede sociale di Renate con tutte le giovani pantere della Berretti e degli Allievi Nazionali e Regionali insieme a mister e dirigenti di ogni categoria. Al workshop hanno anche partecipato in qualità di Integrity Partner il Dott. Silvestri e la Dott.ssa Rosa del Credito Sportivo Italiano, istituto specializzato nel concedere finanziamenti connessi al settore dello sport e della cultura.

Foto: ufficio stampa
Foto: ufficio stampa

E’ stato un importante incontro che ha permesso ai calciatori della Prima Squadra di conoscere il fenomeno del match-fixing e di comprendere in maniera dettagliata tutte le sanzioni a cui possono incorrere in caso di scommesse. Per il Settore Giovanile invece, ai ragazzi è stato spiegato come il diventare calciatore professionista non passa solo dalla crescita tecnica e fisica ma anche da quella mentale. La lealtà e l’onesta sono valori imprescindibili nel calcio ma soprattutto nella vita” spiega il Referente Integrity dell’A.C. Renate Davide Guglielmetti.

Davide Guglielmetti, Addetto Stampa A.C. Renate.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi