L’Hockey Milano Rossoblu vince all’overtime a Vipiteno e si tiene il sesto posto
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’Hockey Milano Rossoblu si presenta a Vipiteno per continuare il buon momento di forma che ha contraddistinto questo 2014. Il Milano deve rinunciare agli infortunati Latin e Migliore.  La squadra di casa deve rinunciare a tre attaccanti infortunati: Erat, Knowlton e Kofler. Ultima possibilità per i Broncos per tentare di tenere in vita la corsa al sesto posto, occupato proprio dal Milano, che vale il vantaggio della pista nel primo turno dei playoff.

La foto è di Oskar Brunner

La squadra rossoblu inizia a viso aperto cercando di non scoprirsi più tanto cercando comunque di comandare il gioco ma senza trovare spazi per farsi realmente pericoloso dalle parti di Millikosky. I padroni di casa escono allo scoperto quando Lo Russo finisce in panca puniti concedendo ai Broncos l’uomo in più sul ghiaccio: disco lavorato sulla blu e Hockhofer spara a rete un disco potente che scheggia il montante e finisce alle spalle di Dainton per il vantaggio degli altoatesini. Subita la rete il Milano si riorganizza subito spingendosi in avanti con decisione e sfiorando l’immediato pareggio con Schell che però non riesce ad inquadrare la porta praticamente sguarnita. Tocca poi a Wieser  con un faccia a faccia in contropiede contro Dainton, ma non riesce a trovare lo spazio e la mossa giusta per siglare il raddoppio Broncos. I rossoblu hanno poi due superiorità a favore, ma non riescono a trovare un’azione degna di nota per arrivare al pareggio, con i Broncos che mantengono comunque una certa predominanza territoriale riuscendo a reagire alle difficoltà che crea l’attacco milanese nel loro terzo difensivo. Nella fase fine di periodo il Vipiteno va vicino al raddoppio prima con un tiro in diagonale di Stofner e successivamente su un’azione in velocità di Caig, abile a pescare Ludvik per la deviazione davanti allo slot su cui Dainton ci mette la stecca deviando quanto basta per evitare il raddoppio. In chiusura di prima frazione il Milano affronta una fase di inferiorità arrivando alla prima sirena di pausa senza ulteriori problemi.

Nel periodo centrale il Milano cerca subito di mettere pressione alla difesa avversaria, ma alla prima occasione arriva una traversa centrata dalla distanza da Wieser con Dainton fuori causa. I padroni di casa giocano con slancio e colpiscono prima la traversa dalla distanza e poi Caig centra il montante con un clamorosa tiro a Dainton battuto. I Broncos possono giostrare con l’uomo in più sul ghiaccio contro un Milano che sembra incapace di scuotersi per carcere di costruire qualcosa di pericoloso nei pressi del terzo difensivo vipitenese. La scossa arriva dalla stecca di Lutz che entra nel terzo avversario con un abile rimorchio sull’azione dei compagni, scaricando in rete un disco potente dopo aver scheggiato la parte interna della traversa per la rete del pareggio rossoblu arrivato giusto a metà del secondo periodo. Il gioco riprende e DiDiomete  finisce in panca puniti per una dura carica in balaustra che fa accomodare fuori partita per due minuti. Tornate in parità numerica, è il Milano che va vicino alla rete con una doppia conclusione di Schell che trova sulla sua strada un attento Myllykoski, prontissimo a distendersi in entrambe le occasioni davanti al suo slot. La pressione milanese comincia a farsi sentire, con Estoclet che ci prova di rovescio da dietro porta, poi arriva la stoccata di Lutz che finisce però a lato senza ulteriori sviluppi. Ultimi minuti di gioco con il Vipiteno che torna in vantaggio praticamente su un’autorete per una deviazione di Borghi su una conclusione senza troppe pretese di Caig che beffa Dainton. A pochi secondi dalla seconda sirena Guerra si prende penalità partita per una carica con bastone concedendo così ai padroni di casa ben 5 minuti con l’uomo in più a favore.

In apertura di terzo periodo il Milano allevia il peso dei 5 minuti da giocare con l’uomo in meno grazie alla penalità presa da Stofner che permette ai milanesi di giocare con maggior tranquillità in questa fase cercando soluzioni offensive che però faticano ad arrivare. I rossoblu annullano poi l’intera fase con l’uomo in meno grazie all’ennesima chiamata contro Liotti che fa praticamente azzerare i 5 minuti a favore che i padroni di casa si erano guadagnati al termine del periodo centrale. I Broncos tornano a farsi pericolosi con l’ispirato Caig che spara a rete una sassata sulla quale Dainton ci mette la stecca deviando sopra la sua gabbia, salvandosi su una grande iniziativa dell’attaccante bianco blu davanti allo slot milanese.

Il Milano ritrova lucidità, si fa più disciplinato e approfitta di una doppia superiorità per pervenire al pareggio grazie ad una mischia davanti allo slot vipitenese nella quale si inserisce il tocco vincente di Schell che piazza il nuovo pareggio milanese. Finale caldissimo sul ghiaccio alto atesino, con Eastman che saggia i riflessi dei gambali di Dainton (con Caletti in panca puniti) che poi blocca sulla conclusione di Hackhofer. I padroni di casa cercano in tutti modi di forzare la retroguardia milanese e quasi ci riescono con una deviazione di Caig su cui Dainton si salva allungandosi sul ghiaccio e deviando con pochissimi secondi da giocare prima del supplementare che praticamente regala al Milano quel punto che serve per fissare matematicamente il sesto posto in classifica.

Milano fa bottino andando a segno in apertura di supplementare con DiDiomete che tocca in rete il disco del successo rossoblu dopo la deviazione di Millikosky che aveva salvato la sua gabbia facendo impennare il disco proprio davanti al suo slot. Sesto posto acquisito dunque per il Milano grazie al punto raccolto su una pista insidiosa come quella dei Broncos.

38esima Elite A Itas Cup – 20 febbraio 2014

S.S.I. Vipiteno Broncos Weihenstephan – Hockey Milano Rossoblu 2-3 d.t.s. (1-0/1-1/0-1/0-1)

Marcatori: 05:55 (1-0) F.Hackhofer (F.Wieser/T.J.Caig) in sup,num.; 29:08 (1-1) A.Lutz (J.Fritsch/B.J.Schell); 38:08 (2-1) T.J. Caig (H.Stofner/S.Baur); 53:53 (2-2) B.J.Schell (D.DiDiomete/J.Fritsch) in doppia sup.num.; 61:13 (2-3) D.DiDiomete (A.A.Estoclet/A.Gellert);

Altri risultati:

Asiago – Renon 4-0

Cortina – Val Pusteria 2-1

Fassa – Valpellice 1-10

Classifica

1) Renon 81 punti;

2) Asiago 72 punti;*

3) Val Pusteria 71 punti

4) Valpellice punti 68;

5)  Cortina 57 punti;

6)  Milano 49 punti;*

7)  Vipiteno 35 punti;

8  Fassa 20 punti;

* una partita in meno;

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi