Trofeo Laigueglia 2014, Serpa succede a Pozzato
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Serpa succede a Pozzato nel Trofeo Laigueglia 2014.

Una grande prova anche quest’anno per la Lampre Merida al Trofeo Laigueglia, frutto dell’unione e del carisma dei ragazzi diretti per la prima volta nella sua carriera dal neo Ds Righi.

Serpa, della Lampre-Merida (Foto: ufficio stampa)
Serpa, della Lampre-Merida (Foto: ufficio stampa)

La corsa è stata combattuta sin dalle prime fasi con un drappello di 4 uomini che si è avvantaggiato sull’ascesa del Balestrino. Il gruppo ha sempre mantenuto il controllo sulla fuga, grazie al lavoro di diverse squadre tra cui Neri Sottoli Yellow Fluo  e la Lampre Merida con lo sforzo promosso da Palini, Bonifazio e Favilli. A 50 km dal traguardo il gruppo è tornato compatto, sull’ultima salita di giornata la Cima Paravenna, si muovono Sinkewitz, Serpa e alle loro spalle Rabottini.

In cima all’ultimo Gpm della corsa, l’azione del tandem di testa raggiunge un vantaggio di 30″ sulla prima parte del gruppo controllato dai compagni di Serpa: Cunego, Ulissi e Niemiec. La fuga ha avuto esito positivo e sul traguardo di Laigueglia la vittoria è stata contesa tra Serpa e Sinkewitz. Il colombiano della Lampre Merida è riuscito con esperienza ad aggiudicarsi la corsa con una rimonta negli ultimi metri sul compagno di fuga. Alle loro spalle nella volata di ciò che restava del gruppo, bravo Ulissi a terminare al 5^ posto completando la festa in casa Lampre Merida.

Queste le parole del vincitore: ” Sono davvero contento ed orgoglioso della mia prima vittoria con la divisa LampreMerida ! Devo davvero tutto al Team che ha dato fiducia alla mia iniziativa controllando e braccando il gruppo alle mie spalle. Nel finale ho sofferto veramente molto il passo di Sinkewitz, che devo ammettere aveva molta più gamba di me in salita. Mi sono gestito al meglio e mi sono giocato il tutto per tutto nella volata a due. Sinkewitz ha provato ad anticiparmi in una lunga volata, a quel punto ho pensato solo al lavoro enorme svolto dai miei compagni che mi ha dato ancora quelle energie necessarie per superare l’avversario negli ultimissimi metri“.

Le impressioni alla prima esperienza da Ds di Righi:Devo ammettere che miglior inizio di carriera non potevo immaginarmelo! Stamattina alla riunione tecnica coi ragazzi ero veramente emozionato e penso di aver infuso al gruppo il giusto carisma per poter fare bene poi in gara. Nulla da dire sul lavoro enorme della squadra oggi, finalizzato al massimo da un super Serpa! Fino a quando la radio non ha detto il nome di Serpa ero incredulo, poi la gioia è stata veramente immensa“.

Ordine d’arrivo:

1) Josè Serpa (Lampre Merida) 181 km in 6h17’43”

2) Patrick Sinkewitz (Meridiana-Kamen) st

3) Andrea Pasqualon (Team Area Zero) a 13″

4) Sonny Colbrelli (Bardiani Csf) st

5) Diego Ulissi (Lampre-Merida) st

6) Davide Villellla (Cannondale) st

7) Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale) st

8) Marco Marcato (Cannondale) st

9) Matteo Rabottini (Nei Sottoli Yellow Fluo) st

10) Franco Pelizzotti (Androni Giocattoli Venezuela) st

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi