Milan, Seedorf: “Balotelli e Pazzini insieme? Forse qualche volta…”
Ti piace questo articolo? Condividilo!

 L’allenatore del Milan Clarence Seedorf ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD nel post partita di Sampdoria-Milan.

A livello di gioco, quanto è vicino il Milan che abbiamo visto oggi a quello che vuole vedere l’allenatore?

Credo che la cosa importante sia che vediamo che la squadra sta crescendo, poi i risultati ovviamente aiutano tanto. Oggi questi tre punti daranno ulteriori risorse mentali e morali per continuare la crescita.

Credo che la squadra sia stata brava, compatta, si sono aiutati molto. Devo comunque fare i complimenti al lavoro che sta facendo Sinisa perché la sua è una squadra che ha cercato di giocare, abbiamo visto tutti una bella partita. La giornata per il Milan alla fine è positiva sotto tutti i punti di vista, sia per la fase difensiva che per quella offensiva.

L’indicazione migliore che ha ricevuto per la partita della prossima settimana?

La Juventus sta facendo davvero grandi cose in questo campionato, adesso abbiamo una settimana per preparare questa partita, che giocheremo in casa e cercheremo di vincere.

Questa squadra è totalmente diversa da quella che abbiamo visto mercoledì, siamo riusciti a dare continuità all’impostazione di quello che vogliamo fare. È chiaro che qualcuno ha delle caratteristiche in modo naturale, ma il calcio è fatto di lettura delle situazioni. Quando c’è lo spazio per dare profondità, devi darla, anche se hai un giocatore lento. Credo che ci sia una lettura sempre migliore da parte dei singoli. Saponara, per esempio, ha fatto una buona gara, la prima per lui da quando sono arrivato, ma ha dato molto alla squadra quindi direi che il gruppo tutto sta facendo sempre meglio.

Con il ritorno di Balotelli, è possibile vederlo insieme a Pazzini dall’inizio?

Ho solo due punte centrali, poi abbiamo Petagna, che deve crescere ancora tanto, ma non possiamo dargli la responsabilità di sostituire uno di questi due giocatori di molta più esperienza. Giocheranno forse qualche volta insieme, ma  non è quello che ho fatto vedere fino ad ora. Quello che ho fatto vedere credo che sia abbastanza chiaro.

Classifica.

Guardando alla classifica uno diventa abbastanza matto, quindi credo che la cosa veramente importante sia giocare partita dopo partita, guardare le nostre prestazioni cercando di crescere e poi alla fine dell’anno i conti si faranno.

Credo che la squadra per troppo tempo abbia dovuto guardare la classifica, in questo momento anche la libertà di poter gestire la situazione in modo più libero aiuta tanto ad arrivare a risultati buoni.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi