Idroscalo: raduno pararowing a Milano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Santelli e Abbagnale inaugurano la targa del Centro Federale Para-Rowing di Milano

Questa mattina, all’Idroscalo di Milano, è stata posizionata la targa che identifica i locali del Centro Federale Para-Rowing. Una cerimonia sobria alla quale hanno partecipato, oltre al Presidente della Federazione Giuseppe Abbagnale, anche il Presidente del CIP Lombardia Pierangelo Santelli, il Consigliere federale Luciano Magistri, il componente la Giunta del CONI Regionale Lombardia Daniele Gilardoni, il Presidente dell’Idroscalo Club Claudio Cervellati, il Caposettore Dario Naccari e tutti gli Atleti e i Tecnici convocati per il Raduno Nazionale AS e TA. “Sono sbalordito di tanta vitalità – chiosa il Presidente Santelli – nel basket in carrozzina in dieci anni siamo riusciti ad avvicinare a questa disciplina solo sedici atlete, nel canottaggio in pochi mesi, invece, ho notato molto fermento e vedo molte donne che scendono in barca, si allenano e sudano in una disciplina della quale sapevano poco o nulla. Si sta facendo davvero un buon lavoro e questa breve cerimonia di oggi dimostra che nulla viene lasciato al caso”.

Pararowing a Milano
Pararowing a Milano

La soddisfazione di Pierangelo Santelli, che come Comitato Regionale collabora anche con il Collegiale, è palpabile anche nei visi degli atleti che, dopo aver svolto l’allenamento a terra ed essere usciti in barca, hanno ancora la voglia e la forza di divertirsi sentendosi soprattutto gruppo. “Il Presidente Abbagnale lo aveva detto che il suo impegno, e quello del suo Consiglio, sarebbe stato sviluppato anche nel settore Para-Rowing – dice ancora Santelli, che aggiunge – e mi sto rendendo conto che quello che si prefigge di fare lo fa senza tirarsi mai indietro. Per questo il Comitato CIP Lombardia continuerà ad essere al suo fianco e anche perché vedo grande entusiasmo e motivazione da parte di tutti”. Il Presidente Abbagnale ha, invece, sottolineato che: “Io sono un Presidente al servizio del canottaggio e sono, quindi, al servizio di tutti gli atleti e le atlete che remano, per cui mi adopero giornalmente perché tutte le categorie, tra le quali anche il Para-Rowing, possano prepararsi al meglio”.

Il Caposettore Naccari ha sottolineato, invece, come sia importante la presenza delle istituzioni vicino ad un mondo, quello della disabilità, in continua evoluzione e che può dare tanto in termini di risultati, ma richiede attenzione e continui investimenti. Per questo motivo ha voluto sottolineare la presenza al raduno di Laura Barbanti, fisioterapista, di Gian Luca Migliore, tecnico INAIL, di Agostino Caroli, Ingegnere dei materiali, e di Danilo Volpato della Off Car. Caroli e Volpato fanno parte altresì del Centro Studi e Sviluppo Ortopedia per seduta su barca di canottaggio. Insomma, uno staff voluto dal Direttore Tecnico Giuseppe La Mura per garantire la migliore preparazione a tutti gli atleti che entrano a far parte del Progetto Azzurro Para-Rowing Rio 2016. Nel pomeriggio ancora allenamenti e tirate in barca per tutti gli atleti convocati.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi