Legnano Basket col brivido, ma anche a Udine si sorride
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Legnano Basket Knights in campo al Palace con Udine per la 20^ giornata di campionato, in uno scontro molto importante in ottica secondo/terzo posto finale. La gara è contro la squadra degli ex Munini e Dri, battuta all’andata da una grande tripla allo scadere di Maiocco, ma che rimane una delle squadre calde di questo periodo dopo 9 vittorie in fila nel recente passato.

Foto: ufficio stampa
Foto: ufficio stampa

L’inizio é un bel canestro in solitaria di Penserini e una tripla laterale di Arrigoni (15 punti, 9 rimbalzi). Gueye gioca per qualche azione uno contro tutti, ma il risultato è un contropiede di Tavernelli per il 7-0. Piazza (9 punti) sblocca Udine con la tripla, ma Legnano é implacabile con Milani dall’arco e con Cazzaniga dalla media. Cinque Knights diversi a segno nelle prime cinque azioni é un buon segno per la partita. La APU, invece si appoggia quasi esclusivamente a Munini e Piazza che infilano i canestri del 12-10, che caratterizza il 5′ Milani segna 6 punti in fila che, aggiunti al jumper di Cazzaniga (15 punti, 4 rimbalzi, 2 stoppate), portano il tabellone sul 20-12. La schiacciata di Arrigoni sottolinea il buon momento biancorosso, che costringe sempre Udine a tiri al limite dei 24″, mentre in attacco Legnano ha molta fluidità. Il quarto si chiude con una penetrazione di forza di Gueye (14 punti, 5 rimbalzi) per il 26-17 dei primi 10′.

L’inizio del secondo periodo é tutto griffato Eruopromotion che difende forte e segna con continuità, fino al massimo vantaggio, a questo punti della gara, con la bomba di Maiocco per il 33-20. La seconda tripla di Maiocco (8 punti, 4 rimbalzi) e il gioco da tre l’unti di Cazzaniga, portano al timeout di Udine che vede scivolare via il match sul 39-22. Quando mancano ancora 5′ all’intervallo, Gueye infila la tripla del -12, ma Milani è in serata di grazia e continua la sua sparatoria. I Knights stabilizzano il vantaggio sui 12 punti di margine, nonostante la gara inizia a farsi piuttosto dura dal punto di vista fisico, con il quarto che finisce con un grandioso assist di Milani per Arrigoni, che fissa il 49-37 prima dell’intervallo.

Durante la pausa lunga intrattenimento per il pubblico con i nostri bimbi del microbasket in campo per un’esibizione di abilità, prima del rientro delle squadre.

L’intensità di Legnano non viene meno all’inizio della ripresa dove Arrigoni, Tavernelli e 4 punti in fila di Cazzaniga (di cui una gran schiacciata rovesciata) portano i Knights sul 58-43 proprio a metà del quarto. Il punteggio rimane fermo per qualche minuto fino alla bomba di Gueye, quasi annullata del tutto dalla penetrazione di Tavernelli (16 punti, 2 rimbalzi, 5 assist, 4 recuperi). Un fallo antisportivo a rimbalzo di Bellina, viene capitalizzato da Penserini in lunetta e da un successivo 1/2 ai liberi di Tavernelli. Nonostante tutto, la tripla di Truccolo (9 punti) porta sotto la doppia cifra di svantaggio la APU, prima dei liberi di Penserini (8 punti, 6 rimbalzi), che cristallizzano il 65-54 del 30′.

Udine, però, cavalca un buon momento e il canestro di Drivale il 65-60 dopo pochi minuti dall’inizio dell’ultimo parziale. Ci pensano prima Tavernelli da due e poi, sul fallo antisportivo di Gueye, Borroni dalla lunetta e Milani (17 punti, 5 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi) dal centro a riportare in netto vantaggio i Knights sul 71-60. La frustrazione porta Udine all’ennesimo antisportivo che manda prima in lunetta Tavernelli e poi Maiocco, entrambi per il 2/2 del 75-60.

Le triple in successione di Dri (15 punti, 4 assist) e Truccolo, aggiunte al canestro in contropiede di Munini, tengono la gara ancora viva e, a 3’30” dalla fine, Ferrari chiama un minuto di sospensione per schiarire le idee, mentre il tabellone segna 75-68. Munini (16 punti, 6 rimbalzi) infila dall’arco il -4, ma il contropiede di Penserini vale il +6 e quello di Milani il +8. Cazzaniga chiude da sotto per il finale vede Legnano vincere una difficile gara.

Massimiliano  Giudici
Uff. Stampa – Legnano Basket Knights

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi