Oktagon 2014: Campagna vs Gogokhia, un match al fulmicotone
Condividi l'articolo

Ecco un altro match a “cinque stelle” che contribuirà ad elevare i livelli di adrenalina della magica serata del 5 aprile a Milano quando andrà in scena Oktagon 2014.

Infatti troviamo il nostro Alessandro Campagna che dopo una parentesi in Thailandia per allenarsi ritorna prepotentemente sulla scena del galà numero uno in Europa e raccoglie la sfida di un altro fighter che ad Oktagon c’ è già stato ed ha già vinto, Enriko Gogokhia, autore del successo dell’ anno passato contro il fortissimo Sittichai, altro atteso protagonista dell’ edizione di quest’ anno.

Curiose le affinità fra i due fighters che daranno vita a questo match; entrambi nati nel 1991 e quindi molto giovani, vantano uno score assai simile poiché hanno sostenuto 39 incontri e ne hanno vinti 32 Campagna e 34 Gogokhia; sono poi tutti e due accomunati da altri fattori come ad esempio le ottime qualità tecniche e la grande voglia di emergere che ha fatto si che entrambi combattessero già in contesti prestigiosi, come la Tatneft Cup russa dove  Enriko ha trionfato in finale nell’ ottobre 2012 contro Maxim Smirnov e Glory 6 per Alessandro, dove ha incontrato e perso dopo 3 round per decisione contro un certo Andy Ristie, risultato non da poco viste le performances del surinamense a Glory 12 New York.

Ultimo dato in comune fra i due fighters consiste nel fatto che vengono ambedue da una sconfitta, Gogokhia a Mosca a maggio 2013 contro Dzhabar “Gengis Khan” Askerov, altro fighter che ad Oktagon ci sarà, e Campagna a Sendai in Giappone nell’ ottobre dell’ anno passato dove ha ceduto dopo 3 round per decisione contro Jingreedtong.

Tutte queste circostanze che li accomunano però non fanno altro che confermare l’ attesa di un grande match fra i due fighters ad Oktagon, e la certezza è che entrambi ci metteranno tutto per aggiudicarsi la vittoria.

Di Gianmario Girasole.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi