Sofferta vittoria del Comelt Toniolo contro Reggio Emilia
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il Comelt Toniolo torna alla vittoria che risolleva, se non la classifica, almeno il morale della formazione milanese. Una vittoria non annunciata ma quasi, perché la cabala ha sempre dato i frutti sperati quando i ragazzi di Mister Daniele Sau hanno affrontato la BiTecnology Reggiana. E così anche questa volta, al Fossati di Milano, i blaugrana riescono ad imporsi per 6 a 5 in una gara a tratti ben giocata mentre nel finale il brivido di una eventuale rimonta è stato scongiurato da una difesa arcigna e mai doma.

Ma veniamo alla cronaca della partita valevole per la 20° giornata del campionato di serie A2 (girone A). Il Comelt Toniolo si presenta senza alcuna defezione ma con un paio di acciaccati tra i quali Marco Peverini, convocato di fresco dalla Nazionale U21 del Ct Albani. Dalla parte della Reggiana di Mister Checa, invece, le assenze importanti del portiere Pianin e di Salamone. Partenza rapida e proficua per i blaugrana che dopo aver corso un pericolo sventato dal portiere Tondi su Dudù, ecco passare in vantaggio al 54esimo secondo con Luca Peverini. Il raddoppio giunge al 2’05” con Cuomo che prima imbuca su Luca Peverini il quale gli restituisce di suola la sfera e batte a rete senza troppi ostacoli. I ragazzi di Sau potrebbero anche triplicare ma Zaninetti e Luca Peverini non sfruttano a dovere una situazione di due contro uno. Arriva così, al 3’11”, l’1 a 2 della Reggiana che approfitta dell’errore in fase di impostazione di Intini per mandare in rete Pedro Guerra. Ma i padroni di casa milanesi non demordono e pochi secondi più tardi, al 3’50”, allungano nuovamente con capitan Zaninetti bravo a fare rimorchio su Luca Peverini e a concludere con un preciso destro sul palo più lontano difeso dal giovane Vezzani.

A questo punto è la Reggiana di Mister Checa a rimboccarsi le maniche. Prima gli viene annullata una rete sugli sviluppi di uno schema di calcio di punizione viziato però da un plateale “blocco” di Giardino su Intini. Poi giunge la rete del 2 a 3, al 5’02”, ad opera del formidabile Dudù Costa che devia di tacco davanti a Tondi a conclusione di una bella azione corale. A questo punto è lo stesso Dudù a salire in cattedra e ad aprire un contenzioso con l’estremo difensore del Comelt Toniolo, Fabio Tondi. Intanto i blaugrana commettono falli, anche ingenui, tra i quali quello di Intini che dà l’opportunità alla Reggiana di andare al tiro libero, ma la conclusione di Dudù viene deviata sulla traversa da Tondi. Negli ultimi due minuti del primo tempo si fa rivedere il Comelt Toniolo con la tripla conclusione di Zaninetti, Luca Peverini e ancora Zaninetti ma questa volta è Vezzani a dir di no. Ultimi trenta secondi in cui la Reggiana è sfortunata protagonista con Cividini il quale prima si fa ammonire e poi, al 19’48”, devia la sfera nella propria porta nel tentativo di interrompere una situazione di 3 contro 2 favorevole ai padroni di casa. Nella ripresa, sul 4 a 2 per il Comelt Toniolo, i blaugrana appaiono più guardinghi. Così in appena un minuto e venti secondi Dudù sbaglia una ghiotta occasione davanti a Tondi e poi coglie il palo, mentre Luca Peverini si fa ammonire e Intini, a tu per tu col portiere della Reggiana, gli spara addosso la conclusione.

Intini che si fa perdonare al 4’39” quando, su errore da calcio d’angolo degli ospiti, parte come un razzo assieme a Luca Peverini e Zaninetti per una delle più classiche ripartenze nel calcio a 5 che viene conclusa a rete con una bella puntata. Sul 5 a 2, oltre al giallo a Ghezzi, la Reggiana non riesce a scardinare la difesa dei milanesi. Così Mister Checa, a 12 minuti e mezzo dal termine della gara, opta per l’uomo di movimento con Cividini che si alterna al portiere Vezzani. La squadra di Sau si chiude bene e addirittura si porta sul 6 a 2 al 10’08” con Luca Peverini che con un pallonetto calibrato al millimetro beffa Vezzani. Ma c’è poco da strare tranquilli perché Dudù torna protagonista. Al 10’34” sigla il 3 a 6 su assist di Giardino sempre con l’uomo di movimento in campo. E al 13’20” il 4 a 6 questa volta approfittando di un grossolano errore (unico della gara) del portiere blaugrana Tondi.

A questo punto la gara si fa più elettrizzante e al 18’59” Dudù firma il suo personale poker per il definitivo score che vede il Comelt Toniolo tornare alla vittoria con un bel 6 a 5 su un’ottima Reggiana.

20° giornata Serie A2 Girone A

COMELT TONIOLO MILANO-BITECNOLOGY REGGIANA 6-5 (3-2 p.t.)

COMELT TONIOLO MILANO
Tondi, Peverini L., Esposito, Intini, Cuomo, Zaninetti, Ghezzi, Pierro, Peverini M., Bosetti, Vincenti, Carlin. All. Sau
BITECNOLOGY REGGIANAVezzani, Giardino, Dudù Costa, Guerra, Cividini, Mariani, Senese, Amarante, Guerinoni, Sestili, Cianci, Baravelli. All. Checa
MARCATORI: 0’54” p.t. L.Peverini (CT), 2’05” Cuomo (CT), 3’11” Guerra (R), 3’50” Zaninetti (CT), 5’02” Dudù Costa (R), 19’48” aut. Cividini (R); 4’39” s.t. Intini (CT), 10’08” L.Peverini (CT), 10’34”, 13’20” e 18’59” Dudù Costa (R)
AMMONITI: Cividini (R), Peverini L. (CT), Ghezzi (CT) 
ARBITRI:
 Gaudenzio Raffaelli (Terni), Gianni Maurizio Vecchione (Terni) CRONO: Francesco Aufieri (Milano)

 

Dario Martucci
Addetto stampa a.s.d. Comelt Toniolo Milano

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi