E sono tre! Club Italia stende anche Bergamo
Terza vittoria consecutiva per il Club Italia di pallavolo femminile: la squadra azzurra si impone con uno spettacolare 3-1 sulla Vistalli Foppapedretti Bergamo al Centro Pavesi e la raggiunge a quota 17 punti, scavalcando per il momento anche Desio e Gorla e uscendo dalla “zona rossa” della classifica.

Gara dalle mille emozioni quella di Milano: dopo un primo set condizionato da 14 errori e un secondo portato a casa grazie al contributo del servizio (7 ace), il Club Italia si aggiudica il terzo rimontando dal 18-20. Ma il vero batticuore arriva nel quarto set, quando la formazione di Pieragnoli riesce a risalire addirittura dal 20-24 e annulla un totale di 7 set point prima di imporsi 29-27 ai vantaggi. Fondamentali le battute di Gennari e Berti, ma decisive anche le prove di Bonifacio (67% in attacco e 5 muri) ed Egonu, autrice di 16 punti. Bene anche la ricezione di Cappelli e D’Odorico che portano la percentuale di positività di squadra al 60%. Dall’altra parte della rete molto bene Clara Decortes, autrice di 16 punti con il 40% in attacco.

Sabato 8 marzo il Club Italia sarà nuovamente in campo alle 21 in casa della LPM Mondovì.

La cronaca.

Con Mabilo indisponibile per un infortunio alla mano, Pieragnoli conferma la formazione con Berti e Bonifacio al centro, Gennari in palleggio in diagonale con Nicoletti, D’Odorico ed Egonu schiacciatrici e Cappelli libero. Sestetto tipo anche per la Foppapedretti,con la coppia di posti 4 Pulcini-Mambelli.

Il primo set si mette subito in salita per il Club Italia, sotto 1-5 con 4 errori e poi 3-8. La battuta di Gennari riporta in parità le azzurrine sull’8-8, ma Bergamo si stacca nuovamente sul servizio di Scacchetti (10-14) e vola sul 14-20 con Decortes. Chiusura con ace di Pillepich ed errore di Nicoletti per il 17-25: davvero un set da dimenticare per la squadra di casa, con un solo punto su 14 attacchi per le tre schiacciatrici.

Reazione immediata del Club Italia nel secondo set: 3 ace di Gennari per il 4-0, poi un altro turno di battuta efficace, stavolta di Egonu, vale l’8-2. Una serie di errori rimettono in partita la Vistalli per il 12-10, ma poi torna in battuta Gennari e il risultato è lo stesso del turno precedente: 16-11. Egonu piazza un altro ace per il 20-13 e pilota la squadra verso la vittoria del set, che arriva sul 25-18 con D’Odorico.

Il terzo set è il più equilibrato: 5-3, 7-8, 10-9. Bergamo prova a staccarsi prima sul 12-14 e poi sul 17-19 grazie a un muro di Mambelli su Nicoletti. Dal 18-20 però il Club Italia va al cambio palla con Egonu e manda in battuta Berti: è l’inizio di un parziale di 7-0, con ace della centrale per il 24-20 e punto conclusivo di Egonu.

Nel quarto set Turino inserisce Stefani al centro al posto di Moretto. La Foppapedretti preme subito sull’acceleratore e passa avanti 1-4 sul servizio di Decortes; D’Odorico prova a rimettere le cose a posto con un ace (6-7) ma Bergamo si stacca ancora sul 10-15. Nicoletti tiene in partita le sue sul 15-17, Stefani però firma il 17-22 e Decortes fa gli straodinari per il 20-24. Il tie break sembra inevitabile, ma è di nuovo la battuta di Berti (un ace) a regalare la clamorosa rimonta per il 24-24. La Foppapedretti si procura ancora tre occasioni per chiudere, tutte cancellate da Bonifacio, D’Odorico ed Egonu; alla fine Berti mura Stefani per il 28-27 e Bonifacio sfrutta subito la chance con un servizio vincente.

Club Italia-Vistalli Foppapedretti Bergamo 3-1 (17-25, 25-18, 25-20, 29-27)

Club Italia: Rivetti ne, D’Odorico 14, Rossi ne, Gennari 7, Egonu 16, Orro 1, Bonifacio 17, Bartesaghi, Berti 7, Cappelli (L), Botarelli ne, Nicoletti 12. All. Pieragnoli.
Bergamo: Zini (L), Tagliaferri, Formenti (L) ne, Pulcini 8, Decortes 16, Scacchetti 4, Moretto 3, Marini 1, Mambelli 6, Stefani 1, Guasti, Pillepich 7, Frangipane. All. Turino.
Arbitri: Armandola e Viscardi.
News Reporter
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi