Geas Basket, vittoria numero 17: battuta anche Udine
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E sono 17! Il Paddy Power Geas basket batte la Delser a Udine 65-58 centrando l’ennesimo successo (terzo in trasferta in questa poule) e conquistando aritmeticamente un primo posto in classifica che darà alle ragazze di coach Bacchini il vantaggio di giocare in casa eventuali “belle” nei playoff. E’ il quarto traguardo parziale tagliato dalla squadra: il primo è stato l’accesso alla poule promozione, il secondo la conquista della Final Four di coppa Italia di A2, il terzo il diritto a disputare appunto i playoff. Dati che certificano la bontà del lavoro della squadra e dello staff tecnico, capace di tenere alta la tensione di un gruppo ancora imbattuto e che vola a 8 punti di vantaggio (in attesa delle sfide di domani delle inseguitrici) sulle avversarie. Prontamente superato il mezzo passo falso interno con Vicenza, battuta la settimana scorsa dopo una prova opaca.

Foto da facebook.com/geasbasket
Foto da facebook.com/geasbasket

La vittoria è arrivata dopo una partita non facilissima, che ha trovato le sue risolutrici nel terzetto Arturi (21 punti, 7/7 da 2 e 9 rimbalzi, 8 recuperi e un 36 di valutazione quasi incredibile per una play), Zandalasini, autrice di 7 punti in fila nel terzo periodo (sui 16 finali) utili per la fuga decisiva, e Galli, alla sua miglior prestazione dell’anno con 13 fondamentali punti, molti dei quali nel momento topico della partita. Sul finale del secondo periodo infatti, Galli è stata, con Arturi, decisiva per il parziale di 9-0 che ha ribaltato il punteggio dal 27-19 al 27-28. Da quel momento in poi le rossonere hanno controllato il punteggio, scavando un solco decisivo nel terzo quarto e poi all’inizio dell’ultima frazione fino a raggiungere un vantaggio massimo di 18 punti. Un elogio particolare merita la capitana Giulia Arturi che si conferma, partita dopo partita, il miglior playmaker fra quante giocano in A2, e ce ne sono di eccellenti. Un livello di gioco e cifre da nazionale

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi