Saugella Team Monza, Bolzano viola il PalaIper e si impone di misura al tie-break
Ti piace questo articolo? Condividilo!

E’ la Volksbank Sudtirol Bolzano la prima formazione della stagione ad imporsi in una gara ufficiale al PalaIper di via Stucchi, fino ad ora campo inviolato e roccaforte del Saugella Team Monza, e lo fa al termine di una gara lunghissima che ha visto le monzesi anche avanti per 2-1 nel computo dei set.

Foto: ufficio stampa
Foto: ufficio stampa

Mazzola schiera Balboni in palleggio in diagonale con Aricò, al centro la coppia Bruno e Garbet, Viganò e Bonetti schiacciatrici e Bisconti libero. Bonafede risponde con Cumino in cabina di regia con Korobkova opposto, Menghi e Gentili al centro, in posto quattro Papa e Porzio, libero Medaglioni.

Per Saugella da registrare la defezione di Garavaglia, fermata nell’allenamento di venerdì da un risentimento muscolare e tenuta precauzionalmente a riposo; disponibile, invece, Ravetta, utilizzata nel corso del match.

La partita vede fasi alterne: all’ottima partenza di Bolzano, che accelera subito grazie al muro e alla difesa (10-12, 12-16, 22-25), risponde bene il sestetto di casa, che trova un buon equilibrio con gli innesti di Nomikou su una Aricò sotto tono e Facchinetti su Garbet (25-23).

Monologo Saugella nella terza frazione (7-2, 15-9), reazione di Bolzano (15-12), ma Monza controlla senza ulteriori problemi fino al 25-15 finale; le altoatesine impattano nel computo dei parziali ancora grazie alla qualità del suo gioco a muro – 19 a fine gara, contro i 10 delle brianzole – (22-25).

Il tie break inizia sotto il segno delle biancoblù (6-1, tre ace per Facchinetti), le altoatesine ricuciono e si prosegue punto a punto; ai vantaggi chiude la Volksbank con un ace di Porzio e un attacco di Menghi (15-17).

Coach Enrico Mazzola non nasconde un po’ di amarezza a fine partita: “Ultimamente ci manca sempre qualcosa per portare a casa il risultato, vedremo di far cambiare la tendenza, applicandoci in allenamento e provando a migliorare, per vedere se i nostri momenti di black out possono essere superati. La nota positiva, e si è visto anche stasera, è che è una squadra che lotta e che non molla mai, anche se i risultati ci dicono “no”, forse dobbiamo imparare, in certi momenti, a giocare con più spregiudicatezza e coraggio“.

Benny Bruno, centrale brianzola: “La partita è stata molto combattuta, noi ci tenevamo a riscattare il tie break di Scandicci e loro arrivavano da una serie positiva. Brave noi a rimontare dopo un primo set giocato non al meglio; rimane un po’ di amarezza per questo tie break, ma lo analizzeremo e vedremo cosa si può migliorare per arrivare ancora più cariche alla prossima partita“.

Il Saugella Team Monza attende tutti i propri sostenitori domenica prossima, 9 marzo, alle 18 per la sesta giornata di ritorno contro la Riso Scotti Pavia. La partita sarà ripresa dalle telecamere di Rai Sport e trasmessa in differita mercoledì 12 marzo alle 22:30.
La gara contro Bolzano, invece, verrà riproposta in sintesi su MonzaBrianza TV (DT 618) mercoledì 5 marzo alle 22:30 e, in replica, giovedì alle 15.

Saugella Team Monza: Viganò 17, Garbet 1, Aricò 6, Bonetti 24, Bruno 11, Balboni 1, Bisconti (L), Saveriano, Ravetta, Facchinetti 15, Nomikou 7; ne: Rinaldi, Pastrenge (L2). All. Mazzola, Keller e Parigi.
Volksbank Sudtirol Bolzano: Papa 16, Gentili 4, Korobkova 21, Porzio 14, Menghi 19, Cumino 3, Medaglioni (L), Giora, Ceron 1, Bertolini 2, Fogagnolo 1, Waldthaler; ne: Favretto, Zancanaro (L2). All. Bonafede e Comper.

La classifica:
Montichiari 38, San Casciano 37, Soverato 33, Saugella Team Monza 27, Rovigo 27, Scandicci 25, Pavia 24, Bolzano 23, Vicenza 19, Reggio Emilia 12, Gricignano 12, Sala Consilina 10.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi