Hernanes il modesto: “Inter, io sono un colpo importante…”

Il centrocampista dell’Inter Hernanes ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport24 HD 

Hernanes Inter photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/calciostreaming/12848201874/">calciostreaming</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">cc</a>
Hernanes Inter photo credit: calciostreaming via photopin cc

Come procede il tuo ambientamento?

Mi trovo benissimo, mi sono ambientato completamente, un mese è passato veloce, sono molto contento e felice. Mi trovo molto bene con la squadra, con la città, con i compagni, con lo staff, sono tutte bravissime persone.

Sei guarito e sei a disposizione per la partita contro il Torino

Sono a disposizione, anche se il mister non ha ancora detto chi scenderà in campo, però, sono a completa disposizione per scendere in campo fin dal primo minuto. Ci aspettiamo di fare una buona prestazione, di cercare dal primo minuto la vittoria, che c’è mancata nelle ultime due partite. Ce la metteremo tutta per conquistare punti preziosi.

Che idea ti sei fatto della situazione che c’è a Roma fra i tifosi della Lazio e il presidente Lotito?

È un momento delicato per la società, per il mio ex Presidente, non lo so. Mi aspetto che trovino un po’ di pace, non so come, cambiando un po’ di idee, cercando di vedere i punti positivi.

È brutto, però, giocare senza il tifo

Si, per i ragazzi, per i miei ex compagni, i miei amici, il calcio senza il tifoso è senza gusto, senza sale. Il tifo è quello che ti dà il piacere di giocare e, quindi, giocare senza pubblico è noioso. Però, mi aspetto che la situazione si sistemi anche per gli amici che sono rimasti lì.

L’Inter vale la classifica che ha o c’era da aspettarsi qualcosa in più?

Con la società, con l’allenatore e con il gruppo di giocatori che ha, si poteva fare di più.

Hernanes è stato il primo colpo dell’era Thohir. Ti senti un po’ come la prima pietra di un nuovo ciclo?

Sì, mi sento molto importante e speciale perché essere acquistati nel modo in cui mi ha preso l’Inter, mi ha fatto veramente piacere, perché mi hanno voluto veramente, perché sono andati a prendermi. E quindi, mi vedo in un ruolo importante e mi fa molto piacere essere qui, in una grande squadra e con questa possibilità di avere un futuro molto ricco davanti a me. La cosa che manca è il tempo, solo il tempo, perché adesso è un momento di cambiamenti, di assestamento. Le cose adesso si sono aggiustate e la squadra ha un grande livello e col tempo si possono fare grandi cose. E quindi la vedo così.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi