Seamen Milano: i Panthers sbancano il Vigorelli, fotogallery dell’esordio con ko
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nulla di nuovo sotto il sole, pardon, sotto le luci del Vigorelli. I Panthers Parma sono ancora proprietari del campionato italiano. Un messaggio lanciato forte e chiaro al termine del kick off classic, vinto dai ducali 48 a 27. La supremazia ostentata nel primo quarto, terminato 27 a 8, il primo touchdown arrivato su ritorno di kick off dopo soli 12 secondi di gara: tutto concorre a mettere in evidenza una superiorità che non toglie nulla alla buona volontà messa in campo dai padroni di casa, insufficiente però a colmare un divario che, per il momento, siamo solo all’inizio della stagione, è ancora consistente. I duemila appassionati che assiepavano le tribune di via Arona hanno assistito nella prima frazione di gioco a una vera galoppata messa in scena dagli emiliani capaci di colpire per quattro volte di fila i Seamen Milano.

 

 

Alla meta iniziale di Tommaso Finadri si aggiungono infatti le marcature di Giacomo Bonanno, Massimiliano Trenti e dello stesso Tommaso Finadri, tutte su imbeccate aeree di Tommaso Monardi, prima che Jonathan Dally spezzi l’egemonia con una spettacolare meta su corsa. Nel secondo tempo si assiste ad un’altra partita complice il calo fisico e emotivo dei campioni d’Italia e alla contemporanea crescita dei Seamen Milano che riescono finalmente a imbastire un attacco efficace andando a segno con Lorenzo Vezzoli, abile a convertire una sbracciata di Dally in sei punti. Il tempo di gioire, recuperare il pallone, credere nel miracolo che un fumble regala l’occasione a Jesse Paulsen di mettere in mostra le sue doti con un ritorno di 35 yarde che ristabilisce il divario di 19 punti (15-34). Nell’ultimo quarto si assiste al generoso tentativo di rimonta dei padroni di casa capaci di andare a segno prima con Gianluca Santagostino, 38 yarde di ricezione, poi con Mattia Binda, 4 yarde di guadagno su corsa. Tentativi inframezzati dalle puntuali risposte avversarie che portano la doppia firma di Alessandro Malpeli Avalli, la prima con una portata di 25 yarde , la seconda di 1. In sede di consuntivo va evidenziato come i meccanismi offensivi perfettamente oliati dei Panthers, tra le cui fila brillano sempre Tommaso Monardi, Alessandro Malpeli Avalli, ideale MVP del confronto e Tommaso Finadri, supportati da una linea di attacco che ha lasciato un tempo infinito al proprio quarter back per imbastire ogni azione, siano le armi vincenti di un team perfettamente affiatato. Tra le fila blue navy non tutto deve essere comunque buttato. Alle buone individualità, convincono in particolare i ricevitori che portano il nome di Gianluca, Sorteni e Santagostino e il defensive back Marco Aletti, autore di un intercetto e vari tackle, oltre che Dalton Hilliard, fisico e puntuale nei suoi interventi, non corrisponde per il momento un assetto di squadra che deve essere ancora perfezionato. L’occasione arriverà già sabato con i Dolphins Ancona, si gioca sempre al Vigorelli, in un match nel quale ai marinai sarà proibito sbagliare rotta.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi