Parigi Nizza, 2° tappa: Rui Costa, giornata in sicurezza grazie ai compagni di squadra

Bisogna saper correre bene, con esperienza, per non incorrere nei tranelli del vento e delle strade strette che caratterizzano le prime tappe della Parigi-Nizza.

Tutte difficoltà che i corridori hanno dovuto affrontare anche nella seconda frazione della “Corsa verso il sole”, Rambouillet-Saint Georges sur Baulche (205 km) e che hanno messo in mostra le capacità di Rui Costa e dei suoi compagni di squadra.

Il campione del mondo è riuscito a farsi trovare pronto a ogni cambio di vento potenzialmente pericoloso, ad affrontare tutti i tratti di strada insidiosi pedalando in posizione di sicurezza.
Ad esaltare le doti naturali di lettura di corsa del portoghese ci hanno pensato gli altri corriodori della LAMPRE-MERIDA, sempre attenti a supportare il capitano.

Un gruppo di 70 corridori si è presentato alle porte dell’ultimo chilometro di gara, un finale con la strada in leggera ascesa sulla quale si è esaltato l’olandese Hofland, capace di precedere in volata Degenkolb e Bouhanni.

Nello sprint, il plotone si è allungato e alcuni secondi di divario sono stati conteggiati tra i primi 15 atleti e il resto del gruppo: tutti gli uomini di classifica, Rui Costa compreso, hanno tagliato il traguardo assieme, con 7″ dal vincitore.

Luca Wackermann non ha avuto modo di ripetere la bella prestazione della tappa inaugurale: il giovane della LAMPRE-MERIDA è rimasto coinvolto in una caduta nell’ultimo chilometro.
Mentre era nelle posizioni di testa del gruppo, il corridore che precedeva Wackermann è scivolato in una curva, trascinando al suolo anche l’atleta blu-fucsia-verde.

In classifica generale, Bouhanni ha mantenuto la maglia di leader, Rui Costa è 35° a 21″, lo stesso ritardo di Serpa (52°).

Ancora una giornata positiva per quanto riguarda l’attenzione di Rui e compagni in corsa, cautela che ci ha permesso di evitare le insidie del percorso e le numerose cadute che hanno punteggiato la tappa – ha commentato il ds Matxin – Purtroppo Wackermann, suo malgrado, è finito per terra proprio mentre si preparava a un altro sprint di qualità: Luca sta pedalando bene, sente la fiducia della squadra, ma oggi ha la sfortuna ha avuto la meglio“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Hofland 4h53’46”
2- Degenkolb s.t.
3- Bouhanni s.t.
4- Kristoff s.t.
5- Hushovd s.t.
53- Rui Costa 7″, Serpa s.t., 82- Oliveira 18″, 85- Favilli s.t., 108- Cattaneo s.t., 109- Niemiec s.t., 138- Wackermann 1’45”, 159- Bono 7’04”.

CLASSIFICA GENERALE
1- Bouhanni 8h46’43”
2- Degenkolb 2″
3- Hofland 4″
4- Thomas 13″
35- Rui Costa 21″
52- Serpa s.t.

News Reporter
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi