Parigi-Nizza, 5° tappa: Niemiec attivo, Rui Costa sale nella generale

La 5^frazione della corsa francese ha presentato un percorso di corto raggio (153 km da Creches sur Saone a Rive de Gier) punteggiato da 3 Gpm di 3^categoria e dal Gpm di 2^categoria di Cote Saint Catherine con scollinamento a soli 13 km dal traguardo.

Przemysław Niemiec (Foto: Bettini, fornita da ufficio stampa Lampre)
Przemysław Niemiec (Foto: Bettini, fornita da ufficio stampa Lampre)

Salite che, però, non hanno favorito una grande selezione nel gruppo, rimasto infoltito da numerosi corridori veloci. A fare la differenza, ai fini della vittoria di tappa, è stato un attacco a tre, operato, da Betancur, Jungels e Fuglsang, a 9 km dall’arrivo, nel tratto di discesa dalla vetta della Cote de Sainte Catherine verso Rive de Gier: il trio è riuscito a fare tesoro di una decina di secondi, grazie ai quali sono arrivati a giocarsi al vittoria in uno sprint ristretto.

E’ stato Betancur ad poter esultare per il successo di tappa, secondo posto per Jungels, terza piazza per Fuglsang. A soli 2″ il gruppo, regolata da un corridore veloce come Coquard.

Buona la prova di Rui Costa, Serpa e Niemiec, tutti al traguardo col gruppo principale: in particolare, il polacco è stato particolarmente attivo sull’ultimo Gpm di giornata, producendosi anche in un allungo. Rui Costa è salito in 12^posizione nella classifica generale, a 19″ dal leader Thomas.

Il ds della LAMPRE-MERIDA, Matxin, ha ricostruito così l’andamento della corsa: “Siamo stati ben coperti per tutta la gara: i percorsi, fino a ora, sono risultati essere insidiosi più per gli imprevisti che per i profili altimetrici, quindi abbiamo voluto concentrarci proprio per stare alla larga da qualsiasi pericolo. In vista della Cote de Sainte Catherine, Serpa, Rui Costa e Niemiec si sono portati nella prima patre del gruppo: Niemiec ha provato un allungo, dimostrando buona condizione. E’ stato ripreso poco prima dell’attacco di Nibali, ma anche in questo caso il gruppo si è riportato sotto. La differenza è stata fatta in discesa: Betancur, Jungels e Fuglsang hanno approfittato di un tratto insidioso e di una rotonda per guadagnare quella manciata di secondi che è poi risultata decisiva“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Betancur 3h38’15”
2- Jungels s.t.
3- Fuglsang s.t.
4- Coquard 2″
5- Boonen s.t.
12- Rui Costa s.t., 54- Niemiec s.t., 57- Serpa s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1- Thomas 21h52’42”
2- Degenkolb 3″
3- Slagter 4″
4- Betancur 5″
5- Rojas 8″
12- Rui Costa 19″

News Reporter
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi