Alpinismo: Melegnano incontra i ragazzi che scalarono il Monte Ararat
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La città di Melegnano, in provincia di Milano, dedica una giornata alla spedizione dell’Alpinismo giovanile del Club alpino italiano sul Monte Ararat (Turchia), che si è svolta lo scorso luglio per celebrare il 150° anniversario della prima associazione nata dopo l’Unità d’Italia. Sabato 15 marzo, alle ore 10, 300 studenti delle scuole superiori della città incontreranno all’Auditorium comunale di Piazzale delle Associazioni il capospedizione e Direttore della Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile del CAI Gian Carlo Berchi e quattro tra i dodici ragazzi tra i quindici e i dicassette anni che
hanno preso parte alla spedizione.

Club Alpino Italiano, foto ufficio stampa
Club Alpino Italiano, foto ufficio stampa

L’evento è stato organizzato grazie a un accordo della Sezione Cai di Melegnano con i dirigenti scolastici e il corpo docente delle scuole melegnanesi, con il patrocinio del Comune. L’obiettivo è trasmettere ai ragazzi di Melegnano i valori di una sana frequentazione della montagna, attraverso la viva voce dei loro coetanei, che racconteranno le emozioni e le sensazioni provate durante la spedizione sull’Ararat. E’ prevista inoltre la proiezione di un video e l’allestimento nelle scuole della città di una mostra formata da 22 pannelli con le immagini del viaggio. Interverranno anche il Sindaco di Melegnano Vito Bellomo, il Presidente della locale Sezione CAI Claudio Robbiati, il geologo della CCTAM CAI Andrighetti, il componente del comitato Direttivo Centrale del CAI Erminio Quartiani e i responsabili sezionali melegnanesi delle Commissioni alpinismo giovanile e cultura Mattia Manenti e Valerio Bricca.

La “Spedizione CAI al Monte Ararat” ha coivolto dodici ragazzi e tredici accompagnatori selezionati in tutta Italia in un viaggio, iniziato il 18 luglio 2013 e terminato il 31 luglio, che ha voluto essere anche un’esperienza culturale e umana per i partecipanti. Oltre alla vetta – raggiunta alle 6.30 del 23 luglio – della montagna dove sarebbe approdato Noè con la sua arca al termine del diluvio universale, i partecipanti hanno effettuato diverse visite culturali a Istanbul e a Dogubayazit. Tra loro tre erano lombardi (Sezioni CAI di Legnano e Varese), mentre uno dei tredici accompagnatori è socio della Sezione CAI di Inveruno. A partire dallo scorso autunno i ragazzi e gli accompagnatori hanno tenuto diversi incontri in tutta Italia per raccontare il loro viaggio, di cui uno al Quirinale il 9 gennaio scorso, quando sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi