Silvio Berlusconi si riprende il Milan: Seedorf è già in bilico
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Le frange più accese dei tifosi del Milan hanno scelto i propri colpevoli e nella giornata di domani a San Siro contro il Parma andrà in scena la grande contestazione della curva rossonera, anche se sarà assente Silvio Berlusconi. Nel mirino, secondo quanto riportato dai maggiori quotidiani sportivi nazionali c’è l’amministratore delegato Adriano Galliani e tutti quei giocatori inutili che mettono solo foto sui social (Balotelli in primis).

Clarence Seedorf, photo credit: <a href="http://www.flickr.com/photos/91230670@N06/8289977551/">mi chiel</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">cc</a>
Clarence Seedorf, photo credit: mi chiel via photopin cc

Secondo il Corriere dello Sport la palla ora passa inevitabilmente nelle mani di Silvio Berlusconi che, in due mesi, dovrà sciogliere diverse questioni scabrose nella ‘polveriera Milan’. La tregua fra Galliani e Barbara appare poco solida e anche la posizione di Clarence Seedorf, che ha un contratto fino al 2016, appare traballante se non dovesse arrivare a fine stagione l’approdo in Europa League. Quello di Mario Balotelli resta un nodo difficile da sciogliere con la decisione di un eventuale addio che sarà rimandata dal presidente Silvio Berlusconi al termine della stagione. Berlusconi agirà in prima persona per uscire dalla crisi, con lo stadio e la ricerca di nuovi soci sullo sfondo. Al Milan, prima di tutto, serve una ritrovata liquidità.

Secondo la Gazzetta dello Sport sono sei i papabili sostituti di Clarence Seedorf in caso di fallimento stagionale. Pippo Inzaghi, allenatore della primavera rossonera. Roberto Donadoni, che affronterà il Milan domani sera. Cesare Prandelli, nel caso in cui dovesse dire addio alla Nazionale. Luciano Spalletti liberato dallo Zenti San Pietroburgo. Franck De Boer, attuale allenatore dell’Ajax e corteggiato da mezza Europa. Marco van Basten, allenatore dell’Hereenveen, ma da sempre pupillo del presidente.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi