Tirreno-Adriatico, 4° tappa: Bravo Chris: 9° nell’arrivo in salita di Selva Rotonda

Chris Horner ha risposto “presente” al primo appello stagione in un arrivo in salita di una prova World Tour.

Chris Horner (Foto: Bettini, fornita da ufficio stampa Lampre)
Chris Horner (Foto: Bettini, fornita da ufficio stampa Lampre)

L’americano della LAMPRE-MERIDA ha completato la 4^tappa della Tirreno-Adriatico (Indicatore-Cittareale Selvarotonda, 244 km) in 9^posizione, mostrando una grande capacità di gestione delle proprie energie in salita, qualità che gli ha consentito di trovarsi fino agli ultimi metri di gara in un selezionato gruppo dei migliori 10 uomini di classifica.

Nella volata conclusiva, Horner (foto Bettini) ha perso qualche metro e ha tagliato il traguardo a 11″ dal vincitore Contador e 10″ da Quintana (2°).

Qualche secondo dopo (+25″ da Contador), anche Ulissi ha concluso la sua prova, cogliendo il 13° posto.

Tre le salite proposte nel percorso, ovvero la Forca di Cerro (a 96 km dal traguardo), la Forca di Capistrello (a 62 km dal traguardo) e l’ascesa conclusiva di Selvarotonda, fino ai piedi della quale la corsa è stata condotta da 6 attaccanti, che hanno poi lasciato il passo ai migliori scalatori del gruppo.
E’ stato Contador, seguito da Quintana, a produrre la maggiore selezione nel gruppo, prima di aggiudicarsi la tappa con un’ulteriore progressione in vista del traguardo.

Interessante progressione di Horner nella graduatoria generale: lo statunitense è 11° a 1’06” da Kwiatkowski, a soli 3″ dal 10° posto di Arredondo. Nei venti anche Ulissi (20°, + 1’28”).

La salita è stata affrontata a una velocità molto alta, per lunghi tratti si stava bene a ruota – ha spiegato Maini, ds della LAMPRE-MERIDA – In queste condizioni, la selezione è stata naturale: chi non teneva il ritmo, era tagliato fuori. Horner, corridore molto bravo a gestirsi, ha potuto resistere fino in fondo, cogliendo un buon piazzamento nella top 10 e risalendo decisamente in classifica. Ha limitato il distacco anche Ulissi, mentre non ha trovato una giornata brillante Cunego“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Contador 6h39’56”
2- Quintana 1″
3- Moreno 5″
4- Kreuziger s.t.
5- Porte s.t.
6- Scarponi 8″
7- Kwiatkowski 10″
9- Horner 11″
13- Ulissi 25″, 32- Cunego 1’41”, 62- Mori 12’08”, 107- Pozzato 30’10”, 125- Modolo s.t., 156- Cimolai s.t., 157- Richeze s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1- Kwiatkowski 16h06’42”
2- Contador 16″
3- Quintana 23″
4- Porte 34″
5- Uran 38″
11- Horner 1’06”
20- Ulissi 1’28”, 29- Cunego 2’36”

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi