Rhinos Milano: la stagione parte con un pesante 35-0 a Torino
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Rhinos Milano severamente ridimensionati a Torino da degli ottimi Giaguari con un perentorio 35-0 maturato in gran parte da turnover che hanno condizionato in maniera negativa l’attacco nero-arancio. Doveva essere una festa la ritrovata “classica” del football che conta, ma è stata festa solo per i gialloneri, che partono subito bene, con Morelli che imbecca con un lancio da 10 yard Simone Paschetto per il primo touchdown della serata. Rhinos Milano che stentano in attacco, Silva fatica a distribuire palloni accettabili a causa della forte pressione della difesa torinese, ed i running back Querzola, Bedrush e Pileci fanno quello che possono, a causa anche dell’assenza di Kendial Lawrence.

Giaguari Torino-Rhinos Milano
Giaguari Torino-Rhinos Milano

L’attacco non va ma anche la difesa fatica all’inizio, e sul capovolgimento di fronte dovuto all’intercetto di Chris Salvi (il primo dei due), l’attacco torinese va ancora a segno con un altro td pass di Morelli. Mittash fa il suo, tiene chiusa la difesa milanese che inevitabilmente si scopre sui passaggi, precisi, del quarterback giallonero: 14-0 alla fine del primo quarto di gioco. Nel secondo quarto i Rhinos Milano sembrano in grado di muovere il pallone, nonostante ci sia sempre molta fatica per Silva che si trova costantemente sotto pressione, ma il gioco sembra andare, fino al secondo intercetto, che vede Morelli (Renato, il fratello linebacker) riportare in touchdown per il 21-0. Doccia gelata per i Rhinos Milano che nel loro momento migliore subiscono il primo dei tre touchdown provocati dalla difesa dei Giaguari. Nella seconda metà di gioco, complice forse il 21-0 che rende i torinesi tranquilli, e la difficoltà degli ospiti di produrre gioco in attacco, la gara scorre via placida senza troppi colpi di scena, con la difesa dei rinoceronti ben attenta a limitare Mittash (autore comunque di un’ottima partita) e la difesa di casa molto aggressiva e votata a non permettere agli avversari alcuno sbocco.

Nemmeno l’impiego di Tom Wort nella posizione di running back porta sollievo ai Rhinos Milano, l’inglese infatti è più efficace nel suo ruolo naturale, in difesa, mentre in attacco alterna alcune buone portate da ad altre dove il muro difensivo lo costringe sulla linea di scrimmage. Il quarto periodo vede i Rhinos Milano mandare in campo le seconde linee, e nel finale di partita ci pensa la difesa piemontese a rendere ancora più rotondo il risultato con un altro intercetto riportato in endzone e, a pochi minuti dal termine, con un fumble (errato pitch del quarterback milanese) riportato direttamente in touchdown.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi