Itely Milano, il presidente Carlos Rasores: “Finora bilancio positivo; nei play off non ci poniamo limiti”

L’annata non si è ancora conclusa, anzi adesso viene il bello con la stimolante avventura dei play off. In questa settimana di apparente pausa (all’appello, infatti, manca solo una gara ufficiale, ma tutto il resto continua a pieno ritmo), però, c’è la possibilità di tracciare un primo bilancio in casa Itely Milano. A svilupparlo è il presidente Carlos Rasores, che analizza a 360 gradi l’attività svolta dalla società meneghina, al primo anno in A2 e già protagonista in categoria.

il presidente dell'Itely Milano Carlos Rasores (a destra) con Luca Sirri (Foto: ufficio stampa).
il presidente dell’Itely Milano Carlos Rasores (a destra) con Luca Sirri (Foto: ufficio stampa).

Partiamo dalla regular season. Avevi dichiarato “puntiamo al settimo posto” ed è arrivato il sesto: soddisfatto?
“Sì, il bilancio è positivo, con gli innesti di dicembre la squadra si è rinforzata e abbiamo lottato alla pari con le primissime: nel ritorno abbiamo perso di poco con Padova e abbiamo vinto a Monza. Sono abbastanza contento anche della presenza di pubblico: siamo al primo anno in serie A e abbiamo dati di presenze nella media per l’A2”.

Oltre alla prima squadra, c’è tutto il lavoro alla base: come si è sviluppato in questi mesi?
“Abbiamo svolto un buon lavoro sul territorio, con le società consociate e con la Powervolley School. Il fatto che si inizi a conoscere il lavoro che stiamo facendo mi rende orgoglioso. A Milano mancava un interesse verso il tessuto sociale, la cui vitalità deve essere alla base di una grande squadra. Se riusciamo a farci conoscere nella palestre e nelle scuole, possiamo anche aiutare a portare al palazzetto il pubblico della pallavolo, che è composto com’è noto prevalentemente da famiglie. I frutti del nostro lavoro si stanno vedendo: le società ci chiamano per collaborare e la Powervolley Net, la rete di relazioni con il territorio, sta funzionando bene”.

Domenica 30 marzo inizieranno i play off dell’Itely Milano, di scena a Ortona per la gara 1 dei quarti di finale: come vedi la serie contro la Sieco Service?
“Contro Ortona abbiamo faticato sia all’andata sia al ritorno, ma sono curioso di vedere come andrà con Bencz in campo, visto che all’andata non era ancora con noi e al ritorno era assente per gli impegni con la nazionale. Inoltre, servirà anche un grande carattere di squadra. La Sieco Service ha una battuta di buon livello, ma stiamo crescendo in ricezione. Nei play off cerchiamo di andare avanti il più possibile, senza porci limiti”.

News Reporter
Amo lo sport e la tecnologia, da sempre provo a combinarli e farne un lavoro. Sono cresciuto col mito degli Azzurri del 1982, di Paolo Rossi e Platini. John McEnroe, Katarina Witt e la pallavolo mi hanno però fatto scoprire quanto siano belli tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi