Lega Pro Boxe, Carlo Nori ospite a TeleMilano City
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Giovedì 20 marzo, dalle 08.10 alle 8.30, il presidente della Lega Pro Boxe Carlo Nori è stato ospite del programma “Calcio d’inizio” condotto dal giornalista Beppe Vigani su TeleMilano City (visibile in  Lombardia sul canale 288 del digitale terrestre) e in contemporanea su Radio Milan Inter (frequenza 96.1 FM) ed ascoltabile sul sito web www.pcradio.it.

Carlo Nori aTeleMilano City - pugilato - 21mar2014

Il presidente Nori ha parlato del ruolo della Lega Pro Boxe nel rilancio della boxe professionistica in Italia: “Il pugilato è uno degli sport che coinvolge maggiormente il pubblico, soprattutto quando lo si vede dal vivo. Le emozioni che regala agli spettatori sono uniche. I problemi della boxe non sono i pugili, che ci sono e sono tutti bravi, ma le risorse economiche e la copertura mediatica. La Lega Pro Boxe sta lavorando per risolvere entrambi i problemi. Abbiamo trovato sponsor e network televisivi disposti ad investire e stiamo cercando di coinvolgere maggiormente i mezzi di comunicazione.

Incalzato da Vigani, Nori ha quindi focalizzato l’attenzione sull’immagine della boxe: “I media parlano spesso male del pugilato senza motivo: quando un individuo che ha praticato la boxe in palestra commette un reato lo definiscono un ex pugile anche se non ha avuto una carriera dilettantistica o professionistica. In Italia tutti hanno giocato a calcio nel campetto vicino casa, allora i media dovrebbero definire ex calciatori tutti coloro i quali hanno commesso reati? Certamente no. La Lega Pro Boxe svolgerà un costante lavoro di comunicazione giornalistica anche per dare una corretta immagine della boxe che, è bene ricordarlo, in Gran Bretagna definiscono nobile arte.”

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi